Il Peccato di Konchalovsky su Michelangelo Buonarroti: Firenze set per un giorno

Dopo Inferno di Ron Howard, Firenze torna ad essere città-set a cielo aperto. Stavolta è toccato ad un “angolo” di Piazza della Signoria, tra la Loggia dei Lanzi e l’ingresso principale a Palazzo Vecchio, per il film Il peccato. Una visione del regista russo Andrei Konchalovsky, sulla vita di Michelangelo Buonarroti.
Una distesa di sabbia e paglia ha riempito la piazza. In pieno stile russo, tutto molto minimale e allo stesso tempo imponente: un carro abbandonato, dei ballini di fieno, dei cesti di vimini, qualche manciata di stecchi di legno, poi al resto c’ha pensato la bellezza della piazza sede del Comune fiorentino.
Ecco le foto esclusive dell’allestimento:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il ruolo di Michelangelo è stato affidato ad Alberto Testone, mentre il grande Massimo De Francovich indossa i panni di “Papa terribile” Giulio II, anche se il regista ha scelto di lavorare per lo più con attori non professionisti.
Le riprese de Il peccato sono cominciate a fine agosto e andranno avanti per 14 settimane tra la Toscana e il Lazio, nei luoghi dove è passato e vissuto Michelangelo: Monte Altissimo (cave Henraux), Castello Malaspina di Massa, Firenze appunto, Arezzo, Montepulciano, Carrara, Bagno a Ripoli, Pienza, Monte San Savino, Tarquinia, Caprarola, e, dulcis in fundo, ovviamente Roma.
Il peccato, prodotto dalla Fondazione Andrei Konchalovsky per il sostegno al Cinema e alle Arti Sceniche e Jean Vigo Italia con Rai Cinema, è una produzione russo-italiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.