Good Kill: good film per Andrew Niccol

good-killAndrew Niccol si era già cimentato con il tema della guerra nel 2005 con il riuscito Lord of War, in cui Nicolas Cage vestiva i panni di un mercante d’armi. A quasi dieci anni di distanza, dopo due consecutivi scivoloni sci-fi (In Time e The Host), torna sullo stesso tema con Good Kill. Protagonista è un militare scelto che sperimenta la nuova, anzi attuale, tipologia di guerra a distanza in cui, grazie a droni pilotati “da casa”, si è sul campo di battaglia ma in absentia. Così da Las Vegas pilota droni che lanciano missili sull’Afghanistan a caccia di pericolosi terroristi talebani. Ma questa frontiera di millantata guerra sicura e intelligente risulta fallace tanto quella sul campo, poiché la morte di innocenti civili non può essere comunque evitata…

A oltre dieci anni dall’11 settembre 2001, la caccia ai terroristi non si è mai fermata, anzi è cresciuta. Good Kill affronta un nuovo fronte di guerra e le conseguenze che questa strategia comporta sui soldati. L’Afghanistan è il nuovo Vietnam, e i “collaterali” danni mentali che la guerra genera su chi la vive sul campo sono del tutto simili a quelli di chi la vive a distanza, con la mano su un joystick che però non è quello un videogioco. Protagonista di Good Kill un sudaticcio Ethan Hawke, contemporaneo top gun senza aereo che si pone una questione morale che oggi, più che negli anni Settanta, è graffiante e cocente sulla legittimità di guerre a metà strada tra national security e terrorismo.

Good Kill è un buon film, che sa mischiare spunti di denuncia a passaggi da thriller, con un finale umano e davvero cupo dove giustizia e follia si confondono. Detto questo, fanno un po’ storcere il naso alcune inevitabili “cadute” americane di Niccol. Ma insomma, non possiamo chiedere a Niccol di rinnegare se stesso e auto-rimuovere alcuni stilemi stampati nel suo genoma cinematografico. Nemmeno fossimo in un film di fantascienza…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.