3 film argentini tra satira, thriller e romanticismo

film argentiniI film argentini in Italia non hanno mai avuto grossa risonanza di pubblico. L’unico caso recente che ricordiamo con una certa facilità è Il segreto dei suoi occhi (2009) di Juan José Campanella perchè vinse l’Oscar come miglior film straniero. Un film così importante che è stato oggetto l’anno scorso anche di un remake americano con protagoniste Nicole Kidman e Julia Roberts.

Ecco, il fatto che il cinema hollywoodiano, sempre più povero di idee, vada a “rubare” i bei film argentini, è un sintomo e spunto interessante per ricordare altri 3 gran bei film argentini che, pur usciti nei nostri cinema negli ultimi anni, non hanno riscosso il successo che meritavano.

1 – Storie pazzesche di Damián Szifrón: strutturato in sei episodi, di durata via via maggiore, che si susseguono con inesorabile cinismo in un crescente gioco al massacro in cui ci scappa sempre il morto, è una vera e propria reunion di mostri da commedia all’italiana ripassati in salsa argentina, un’empanadas di carne che lascia in bocca un forte sapore di sangue. Esilarante e spietato.

2 – El Clan di Pablo Trapero: trent’anni dopo fatti realmente accaduti, approda in un film la storia della famiglia Puccio, nota come “el clan” appunto, una di quelle storie nella Storia tormentata dell’Argentina nel turning point tra dittatura e democrazia nel (non) lontano 1983. Un thriller serrato, un crime movie allo stesso tempo asciutto e appassionante, un romanzo criminale argentino che coinvolge e terrorizza.

3 – Medianeras – Innamorarsi a Buenos Aires di Gustavo Taretto: piccolo grande film su una piccola grande storia d’amore da tra due illustri sconosciuti, un ragazzo e una ragazza nell’affollata capitale argentina. Tra palazzoni che inscatolano le persone e relazioni sociali ridotte all’osso, Martín e Mariana, dopo una vita fatta di stenti e privazioni, si incontrano su una chat, ed è colpo di fulmine. Pare un film leggero, invece gronda di intelligenza.

E voi avete altri film argentini da suggerire?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.