Suburra 2: piccoli criminali crescono, eccome se crescono!

suburra 2 seconda stagione netflix

Daja! Ovvero: gagliarda!I padri sono stati uccisi. E ora i figli hanno lo spazio necessario per farsi grandi, capi, boss. Del proprio destino, di Ostia, di Roma. “Suburra 2” è una seconda stagione coi fiocchi e coi botti. Se la prima già era un colpo al cuore, la seconda è altrettanto folgorante. Anzi, forse è pure meglio!

Continua a leggere

Polar con Mads Mikkelsen: la recensione

Polar con Mads Mikkelsen

Tratto dall’omonima graphic novel dello spagnolo Victor Santos, “Polar” è revenge movie in grande stile, dal gusto fortemente fumettoso e hard pulp ai limiti dell’hard gore. Parecchio spinto sui toni del kitsch e del pop, “Polar” è uno dei migliori adattamenti degli ultimi anni per il grande schermo.

Continua a leggere

BlacKkKlansman di Spike Lee: la recensione

blackkklansman film di spike lee

“Negro”. Questo il termine più ricorrente in “BlacKkKlansman”. L’ultimo film di Spike Lee è un vero cazzotto nello stomaco, un’opera incazzata e cazzuta che ci racconta un episodio di ieri, tratto da una storia vera, per parlarci dell’oggi. Un grande film. Spike Lee è tornato, ispiratissimo, in piena forma.

Continua a leggere

Ride di Valerio Mastandrea: c’è lo sguardo ma non la regia

ride film di valerio mastandrea

Sguardo e regia. Due aspetti che, il più delle volte, dovrebbero combaciare. Sintomo di autorialità, affermata o in potenza. Nel caso di “Ride”, esordio alla regia di Valerio Mastandrea, c’è l’uno ma non c’è l’altra, c’è uno sguardo ma non c’è una regia che lo sposa, che lo accompagna.

Continua a leggere

Se la strada potesse parlare di Barry Jenkins: recensione

se la strada potesse parlare film

Beh, se la strada potesse parlare, anche lei direbbe che questo è un grande film. E Barry Jenkins uno degli sguardi più personali del cinema americano di oggi. “Se la strada potesse parlare”, tratto dal romanzo omonimo di James Baldwin, è un film dolce e duro allo stesso tempo.

Continua a leggere

Il corriere – The mule: Clint Eastwood (ri)conquista il (Mid)West

il corriere the mule film

“Il corriere – The mule” sta tutto in un volto, quel volto, il suo, di Clint Eastwood. Ossuto e scavato, tirato e teso, tutto una ruga e una vita. In quello sguardo che, oggi come agli esordi, è quasi un ghigno, di disperazione e di resistenza, di coraggio e di paura.

Continua a leggere

Below her mouth: l’amore lesbo su Netflix

below her mouth film erotico su netflix

Recensione di Below her mouth di April Mullen, disponibile su Netflix. La vita di Dallas (e Jasmine). Potremmo sottotitolare così Below her mouth parafrasando il capolavoro di Abdellatif Kechiche, La vita di Adele. Ma se al film di produzione canadese, e tutta al femminile (diretto da April Mullen, scritto da Stephanie Fabrizi, interpretato da Natalie Krill e Erika Linder), non […]

Continua a leggere

Piercing di Nicolas Pesce: joke al massacro con Mia Wasikowska

piercing film di nicolas pesce

Classe 1990, Nicolas Pesce è uno dei registi newyorkesi più promettenti della sua generazione. Due anni dopo l’intrigante “The eyes of my mother”, confeziona il torbido e seducente “Piercing”, ibrido tra thriller e horror che trasuda cinefilia e grande amore per il cinema di genere.

Continua a leggere

Glass: M. Night Shyamalan chiude la trilogia dei supereroi

glass film Shyamalan

Con la creazione del suo personale universo, Shyamalan si è sforzato di ri-scrivere la forma del cinecomic moderno dando una propria visione, davvero unica e personale, e questo è senza dubbio un punto a favore. Nonostante questo, sembra mancare qualcosa a questo singolare mondo creato e questo terzo capitolo è purtroppo il più debole.

Continua a leggere

La Foresta su Netflix: il mistero s’infittisce e la serie si perde

la foresta recensione serie netflix

La base è “Twin Peaks”, e tutto quel “tipo” di serie che ne sono derivate: nel paesino di Montfaucon, dove tutti si conoscono, scompare una sedicenne e presto il suo cadavere viene trovato nel bosco. Poi scompaiono altre due ragazze. Il capo della polizia vuole vederci chiaro.

Continua a leggere

Il metodo Kominsky: vecchiaia da spasso con Michael Douglas

il metodo kominsky serie tv netflix recensione

“Il metodo Kominsky”, dietro la sua scorza di leggerezza, è un’opera che riflette sulle gioie e i dolori degli uomini. L’amicizia, la vecchiaia, la paura di restare soli, la necessità di avere una spalla su cui appoggiarsi o piangere. Questi e molti altri sono i temi che s’intrecciano nella serie cult di Netflix.

Continua a leggere

A tuo rischio e pericolo: il (buon) bignami horror di Netflix

a tuo rischio e pericolo su netflix

Cinque cortometraggi, dai 2 ai 9 minuti ciascuno, per una carrellata, velocissima, giocoforza parziale e altalenante negli esiti, ma allo stesso tempo gratificante e con alcuni spunti di pregio, nel genere horror. Una mini-antologia del terrore per chi ha voglia di un assaggio del brivido.

Continua a leggere

Natale a 5 stelle: un pizzico di satira e poca volgarità su Netflix

natale a 5 stelle su netflix

Non chiamatelo cinepanettone! Perché “Natale a 5 stelle” è una saporita commedia degli equivoci ambientata sotto Natale. Ma oltre a questa collocazione temporale, sia diegetica sia d’uscita sulla nota piattaforma di streaming, ha ben poco di cinepanettoniano. Ergo, è meglio!

Continua a leggere

Black Mirror Bandersnatch: l’episodio-film interattivo Netflix è una figata pazzesca

black mirror bandersnatch

Film interattivo, movie-game, nuova frontiera della fruizione on demand. Chiamatelo come volete, fatto sta che “Black Mirror: Bandersnatch” è una gran figata. E non solo. È anche una riflessione sfaccettata, profonda, divertita e goduriosa sui concetti di regia e montaggio, racconto e discorso, libero arbitrio e destino.

Continua a leggere

Se son rose: semplice e sincero, un Pieraccioni rifiorito

se son rose di leonardo pieraccioni

“Se son rose”, pur non paragonabile ai film del primo decennio di carriera dell’attore e regista fiorentino, è una commedia schietta, genuina, che fa i conti con l’età dell’autore, la sua vita, i suoi successi e insuccessi. Ed è anche una sorta di compendio e omaggio ai tanti film che lo hanno reso celebre.

Continua a leggere

Ben is back: il grande ritorno di Julia Roberts

ben is back con julia roberts e lucas edges

“Ben is back” è un dramma intenso che, al netto di tutta una serie di eccessi della sceneggiatura, arriva forte e chiaro allo spettatore, volontariamente deciso a uscire di sala con un po’ di magone. Una vicenda che si fa ancor più terribile perché ambientata alla vigilia di Natale, alle porte della festività per eccellenza.

Continua a leggere

Le nostre battaglie di Guillaume Senez: recensione film con Roman Duris

Le nostre battaglie film di Guillaume Senez

Tutto giocato sui toni del grigio e del blu, “Le nostre battaglie” è un film che ci scalda dentro tramite dialoghi mai esasperati, che lasciano venire a galla il tempo della riflessione, intorno a quale società stiamo vivendo e quale lasceremo ai nostri figli.

Continua a leggere

Wanderlust: di cosa parliamo quando parliamo di sesso (o amore?)

Wanderlust serie tv Netflix con Toni Collette

Si può parlare di sesso senza far arrossire e “smontando” i tabù intorno alle parole chiave che lo rendono quel che è? La risposta è sì. E “Wanderlust” ne è la riprova. La series ideata da Nick Payne, con protagonisti Toni Collette e Steven Mackintosh, è uno dei fiori all’occhiello di Netflix.

Continua a leggere

Vacanze di Natale (1983): 35 anni (e non sentirli!) di italianità

vacanze di natale 1983

23 dicembre 1983: esce nelle sale italiane “Vacanze di Natale”, capostipite del tanto amato e allo stesso tempo infamato filone dei cinepanettoni. Un film che, rivisto oggi, a 35 anni di distanza, conserva intatta la sua potenza comica ma anche lo sguardo antropologico-sociale.

Continua a leggere

Bohemian Rhapsody: the Queen is dead… long life to the Queen!

bohemian rhapsody film

Biopic su Freddy Mercury e i Queen, “Bohemian Rhapsody” narra la storia della leggendaria band inglese dagli esordi nel 1970 fino alla celebre esibizione al Live Aid del 1985. Film molto atteso e di enorme successo, non è purtroppo un’opera riuscita, bensì piatta, ingenerosa e superficiale sotto vari aspetti.

Continua a leggere
1 2 3 4 31