Quello che non so di lei di Roman Polanski: recensione

quello che non so di lei

Tratto dall’omonimo libro di Delphine de Vigan, in “Quello che non so di lei” c’è qualcosa di Stephen King (in particolare “Misery non deve morire”), qualcosa di Hitchcock, qualcosa del Francois Ozon di “Nella casa”, ma soprattutto qualcosa di Polanski. Pare assurdo come discorso, ma è proprio così.

Continua a leggere

Life – Non oltrepassare il limite: recensione

life film fantascienza

Recensione di Life – Non oltrepassare il limite di Daniel Espinosa. Il cinema di fantascienza è pieno di mostri che uccidono umani, sia in laboratori sulla terra sia in orbita. Su tutti, la mente corre immediatamente e irrimediabilmente ad Alien. Life – Non oltrepassare il limite di Daniel Espinosa si colloca in questo solco fin troppo solido e navigato, e, […]

Continua a leggere

Raiders! The story of the greatest fan film ever made: recensione

Raiders documentario netflix

“Il cinema non è un pezzo di vita, è un pezzo di torta”. Così diceva Alfred Hitchcock. Ma ne siamo proprio sicuri? Dopo aver visto “Raiders! The story of the greatest fan film ever made” si è portati a credere che sia anche un pezzo di vita, lungo tutta un’infanzia e qualcosa di più.

Continua a leggere

The Beach Bum di Harmony Korine: la recensione

The Beach Bum di Harmony Korine

Harmony Korine è sinonimo di eccesso, (genio e) sregolatezza, provocazione. Il suo cinema è associato a tutto questo, tirandosi dietro consensi e dissensi, folle di fan ma anche critiche acute. Harmony Korine è un regista che ha fatto della libertà espressiva contemporaneamente il suo mezzo e il suo fine, ostentandola in colori, toni e umori.

Continua a leggere

Toy Story 4: non ci sono più i giocattoli di una volta

toy story 4

Poche saghe nella storia dei film d’animazione hanno fatto breccia nel cuore dello spettatore come “Toy Story”. Il motivo? Semplice: perché vanno a colpire i ricordi di ciascuno di noi, quelli legati all’infanzia, al tempo in cui giocattoli inanimati prendevano vita e voce nelle storie ideate della nostra fantasia.

Continua a leggere

Auguri per la tua morte di Christopher Landon: la recensione

Auguri per la tua morte

Il meccanismo di base è arcinoto, reso celebre da “Ricomincio da capo” con Bill Murray e, in tempi più recenti, da “Russian Doll” su Netflix. In “Auguri per la tua morte” la protagonista muore e ogni volta si risveglia sempre nel giorno del suo compleanno.

Continua a leggere

Newness di Drake Doremus: l’amore, oggi.

newness film di drake doremus

L’amore ai tempi dei social network è solo l’aspetto più superficiale, la punta dell’iceberg, il punto di partenza per una complessa e riuscita indagine intorno al più nobile e pericoloso dei sentimenti. “Newness”, disponibile su Netflix, è un film che scava a fondo nei suoi personaggi, con dolcezza e violenza, tra intimità e provocazione.

Continua a leggere

Contracted di Eric England: la recensione

contracted film horror

Recensione dell’horror Contracted di Eric England. Una delle più belle mutazioni degli ultimi anni. Contracted di Eric England è un horror a basso budget che punta tutto sul lato corporeo del film e della sua protagonista, quest’ultima in preda ad una metamorfosi scatenata da un rapporto sessuale non protetto avuto con un discutibile soggetto ricercato dalla polizia. Il sesso come […]

Continua a leggere

Trafficanti: la prova di maturità di Todd Phillips

Jonah Hill e Miles Teller nel film Trafficanti

“Trafficanti” (molto più accattivante il titolo originale “War Dogs”) è a tutti gli effetti la vera prova di maturità, registica e cinematografica, di Todd Phillips, director della trilogia di “Una notte da leoni”, ma anche di “Road Trip” e “Parto col folle”. Un film solido, strutturato e stratificato.

Continua a leggere

I morti non muoiono di Jim Jarmusch: recensione

I morti non muoiono di Jim Jarmusch

Jim Jarmusch, dopo aver trattato i vampiri in “Solo gli amanti sopravvivono”, non ha resistito al richiamo dei non morti e con “I morti non muoiono” ha confezionato un film che radicalizza il suo stile apatico e che spinge forte su un’autorialità sempre più orientata al proprio ombelico e distante dagli spettatori.

Continua a leggere

La casa di Jack: confessioni di una mente pericolosa

la casa di jack

Confessioni di una mente pericolosa. Quella Jack o quella di Lars Von Trier? Probabilmente entrambe. Perché l’una è l’altra, l’una è diretta genesi dell’altra. Perché Jack è Lars e Lars è Jack, in uno slittamento continuo e vertiginoso tra realtà e immaginazione, tra arte e vita.

Continua a leggere

Extinction: prospettive aliene su Netflix

extinction film netflix

È tutta una questione di prospettiva. Un sogno può così raccontare il futuro o il passato. Mentre quella che crediamo essere una premonizione è invece un ricordo. Oppure quello che crediamo essere l’alieno è il “padrone di casa”. “Extinction” è un film di fantascienza che ribalta le prospettive, nel quale gli alieni siamo noi.

Continua a leggere

High Flying Bird di Steven Soderbergh: la recensione

High Flying Bird recensione film sul basket

Il cinema, e la vita, ai tempi dell’Iphone. Pare essere questo, oltre a quello “in primo piano” del basket, il tema di “High Flying Bird”, l’ultima fatica di Steven Soderbergh interamente girata con un iPhone 8. E “High Flying Bird” sa di essere un unicum dalla vita breve.

Continua a leggere

Titans: su Netflix tutti vogliono essere Robin

Titans serie tv su Netflix

Una serie cazzutissima, con una regia assolutamente magnetica, attenta ai dettagli e alla resa “fisica” dei tratti psicologici dei personaggi. I tre ideatori, Akiva Goldsman, Geoff Johns e Greg Berlanti, fanno un lavoro certosino e coraggioso, intrecciando più fili narrativi e annodandoli bene episodio dopo episodio.

Continua a leggere

Il traditore: Bellocchio e Favino non tradiscono

Il traditore di Bellocchio su Buscetta

“Il boss dei due mondi”. Non l’eroe. Perché di eroe non si può parlare. Mafioso terrificante, gangster di ispirazione e aspirazione americana, un vero duro e puro, fino al tradimento, fino alla latitanza oltranzista. E’ Tommaso Buscetta, l’ago che ha fatto sbilanciare gli equilibri di Cosa Nostra.

Continua a leggere

Beyond the black rainbow di Panos Cosmatos: recensione

beyond the black rainbow

Recensione di Beyond the black rainbow di Panos Cosmatos. Avvertenza: ricordate di sbattere gli occhi, ogni tanto, durante la visione del film. Un’ipnosi. Pura, visiva, visuale, di quelle che esaltano le potenzialità e il potere del cinema. Beyond the black rainbow di Panos Cosmatos è un esordio da paura, impressionante, un vortice psichedelico in un film che ha molto di […]

Continua a leggere

Salvate Sad Hill: archeologia del cinema su Netflix

salvate sad hill su netflix

Uno di quei documentari militanti che non si affidano al semplice found footage, ma (in)seguono i protagonisti per mesi e li filmano, documentando un’impresa che ha dell’epico e del cavalleresco, un atto d’amore che merita di diventare eterno, proprio come i film di Leone.

Continua a leggere

L’ospite di Duccio Chiarini: la recensione del film passato al TFF 36

L'ospite di Duccio Chiarini

Una piccola grande perla della commedia italiana recente, abile nel mettere a fuoco quella fetta di trenta-quarantenni insoddisfatti, incompleti, incompresi, che nell’Italia allo sbando di oggi non riescono a trovare il proprio posto nel mondo. Quasi una “commedia sociologica”.

Continua a leggere

Bad Moms: mamme molto cattive e molto divertenti

bad moms recensione film

Recensione di Bad Moms con Mila Kunis. “Una rivolta da leonesse” potremmo dire parafrasando e mischiando La rivolta delle ex e Una notte da leoni, due dei film più noti tra quelli sceneggiati dalla coppia Jon Lucas-Scott Moore, qui anche in veste di registi. Perché Bad Moms – Mamme molto cattive, pur nella sua connotazione fortemente comica e sboccata, è […]

Continua a leggere

Black Earth Rising: il genocidio in Ruanda su Netflix

black earth rising serie netflix

Nella serie “Black Earth Rising”, pur legata all’evento storico del genocidio in Ruanda del 1994, i personaggi sullo schermo sono fittizi. La tematica è senza dubbio tra le più delicate, perché recente e perché connessa ad eventi fortemente traumatici. Ma la serie non ne evita i punti più dolenti e dolorosi.

Continua a leggere
1 2 3 31