Venezia 76: 3 motivi perchè il festival 2019 è una bomba!

venezia 76 logo

Il programma della 76esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia è una vera bomba. Ricco, sfaccettato, coraggioso. I film selezionati sono uno più interessante dell’altro. Voglio quindi darvi 3 motivi sul perchè Venezia 76, un po’ anche a sorpresa, vale il prezzo del biglietto (o forse sarebbe meglio dire dell’accredito!).

Continua a leggere

Venezia 76: tutti i film che potremmo vedere al festival

venezia 76

La Mostra del Cinema di Venezia 2019 si avvicina. Mancano infatti meno di due mesi alla kermesse e venti giorni alla conferenza stampa di presentazione che il 25 luglio svelerà l’atteso programma. Le aspettative e le speranze sono tante e sono alte, e in rete ci si spertica per azzardare i film che sbarcheranno al Lido.

Continua a leggere

Capri – Revolution di Mario Martone: noi crescevamo

A guardarli bene, “Noi credevamo”, “Il giovane favoloso” e “Capri – Revolution”, ruotano tutti attorno al concetto di rivoluzione, e ogni rivoluzione porta con sé la propria valenza politica. Inaspettatamente, quindi, “Capri-Revolution” è un film politico.

Continua a leggere

Van Gogh – Sulla soglia dell’eternità: ritratto d’artista | recensione

Van Gogh - Sulla soglia dell'eternità

Un artista che racconta un altro artista. Un incontro di arti, tra ieri e oggi, dove la pittura trova nuova vita e luce nel cinema. Julian Schnabel, dopo il deludente “Miral” del 2010, ritrova l’ispirazione del pittore illuminato per un film dedicato ad uno dei più grandi pittori di sempre: Van Gogh.

Continua a leggere

Dragged Across Concrete di S. Craig Zahler: recensione

“Volevo fare un poliziesco carico di suspense” ha affermato il regista S. Craig Zahler. Ma “Dragged Across Concrete” è molto di più. Va oltre il film di genere incentrato sul poliziotto buono e il poliziotto cattivo, germinando su dialoghi cinici e sfacciati.

Continua a leggere

22 Luglio di Paul Greengrass: la recensione del film su Netflix

22 Luglio di Paul Greengrass

“22 Luglio” di Paul Greengrass narra della mattanza, 80 morti e più di 200 feriti, avvenuta il 22 luglio 2011 in Norvegia per mano di un estremista di destra xenofoba (Anders Danielsen Lie) contro coloro che egli definiva “marxisti, liberali e membri dell’élite”.

Continua a leggere

La Favorita di Lanthimos: ladies just want to have fun

La Favorita recensione film

Cinismo e ironia, così sfrontati e così taglienti, erano anni che non si vedevano nello stesso film. Ed è ancora più sorprendente trovarli l’uno con(tro) l’altra in “La Favorita”, primo film non scritto da Yorgos Lanthimos, prodigio del cinema greco. Ottime Emma Stone e Rachel Weisz.

Continua a leggere

Roma di Cuaron: affresco intimista di un Messico senza tempo

roma film netflix di alfonso cuaron

Già in “Y tu mama tambien” Alfonso Cuaron si era confrontato con le relazioni che legano la Storia, quella con la “s” maiuscola, quella che rimane impressa nel Tempo, con la storia, anzi le storie, piccole, intime, quotidiane, personali. Un grande film.

Continua a leggere

La ballata di Buster Scruggs di Joel e Ethan Coen: recensione

La ballata di Buster Scruggs

Film antologico dal cast stellare (spiccano James Franco, Liam Neeson e l’iconico Tom Waits), racchiude nei suoi sei capitoli il nuovo atto d’amore dei fratelli Coen verso la vecchia Hollywood nella sua espressione più pura e nobile, ovvero il western.

Continua a leggere

Sulla mia pelle: il film su Cucchi convince solo a metà

Nomen omen. “Sulla mia pelle” di Alessio Cremonini è un film che rimane sulla pelle dello spettatore, che non va in profondità, che non riesce ad entrarci nei pori, a farsi assorbire, ad arrivare nelle vene. Peccato rimanga alla superficie dei fatti.

Continua a leggere

First Man – Il primo uomo: Chazelle in orbita attorno al nostro cuore

First man

“Ha toccato! Ha toccato al cuore!” potremmo dire di “First Man – Il primo uomo” di Damien Chazelle, parafrasando i toni entusiasti dei cronisti che nel luglio 1969 descrissero il momento in cui l’Apollo 11 accarezzò il suolo lunare.

Continua a leggere

The Untamed (La región salvaje): nella regione più selvaggia dell’uomo

the untamed la region salvaje

In principio era il sesso. Questo il punto d’origine del mondo secondo Amat Escalante che con “The Untamed” (“La región salvaje”) ci conduce, tra realismo e fantascienza, nella regione più selvaggia dell’uomo, dove non batte il sole della ragione e della civiltà.

Continua a leggere
1 2 3 4 5 6 10