Hacksaw Ridge di Mel Gibson: la recensione

hacksaw ridge

Bisogna ammettere che Mel Gibson è coraggioso. Approdato fuori concorso alla 73esima Mostra del Cinema di Venezia, presenta il suo quinto lungometraggio: Hacksaw Ridge. E’ la storia di Desmond T. Doss, un Andrew Garfield perfetto nell’unire gentilezza e risoluzione, nei panni di un soldato volontario che si rifiuta di imbracciare il fucile. Subirà così prima l’ostruzionismo dell’esercito. Poi, dopo aver […]

Continua a leggere

Animali notturni (Nocturnal Animals) di Tom Ford: la recensione

noctural animals animali notturni

A sette anni  da A Single Man, in concorso alla 73esima Mostra del Cinema di Venezia, torna l’attesissimo Tom Ford con la sua seconda opera di cui è regista, sceneggiatore e produttore. Un’opera incentrata nuovamente sulla solitudine esistenziale. Tratto dal romanzo di Austin Wright Tony & Susan, Animali notturni (Nocturnal Animals) è un’opera complessa disposta su più piani, dove il […]

Continua a leggere

La luce sugli oceani di Derek Cianfrance: recensione

la luce sugli oceani - the light between oceans

Siamo negli anni che seguono la  Grande Guerra, sull’isola australiana di Janus Rock. Là, ai confini del mondo, dove si incontrano due oceani, si reca Tom (Michael Fassbender), reduce spezzato dalla guerra e la sua neo-sposa, la vivace Isabel (Alicia Vikander). Ma mentre lui si riaccende alla vita, lei si spegne a causa di due aborti. La svolta sarà una […]

Continua a leggere

On the Milky Road di Emir Kusturica: la recensione

on the milky road

Sono passati otto anni dall’ultimo film di Emir Kusturica. Si trattava del suo Maradona, uscito praticamente in contemporanea col mediocre Promettilo!. Otto anni non sono pochi. Anni in cui il regista serbo ha cercato una nuova chiave per il suo ultimo sforzo creativo, On the Milky Road, presentato in Concorso al 73esimo Festival di Venezia. Una chiave trovata marcando come […]

Continua a leggere

The Bad Batch di Ana Lily Amirpour: recensione

the bad batch

C’è sempre una mela marcia. Talvolta anche cesti interi di mele malandate. Come nel caso dei protagonisti di The Bad Batch (ossia il lotto difettoso), opera seconda della regista Ana Lily Amirpour che aveva già colpito nel segno con A girl walks home alone at night. Invece ben più maturata e saporita è proprio la regia della giovane cineasta iraniana, […]

Continua a leggere

Voyage of Time: National GeoMalick.

Un “antipasto” ce lo aveva dato in The Tree of Life. Ora con Voyage of Time Terrence Malick dedica un film intero alla creazione del mondo, della vita, cavalcando le creste del tempo. Un viaggio al centro della terra che si fa viaggio al centro del cinema tramite immagini di una bellezza sconvolgente, dove il tempo si ferma e quasi […]

Continua a leggere

Jackie di Pablo Larrain: la recensione

C’è una scena in Jackie di Pablo Larrain che è sineddoche e icona della grandezza di tutto il film (e del cinema del regista cileno): Jackie (Natalie Portman) sale in auto per avviare il corteo funebre, la mdp la riprende in primo piano e sul riflesso del finestrino vediamo tutto il popolo accorso per la triste occasione “prelevato” da immagini […]

Continua a leggere

Un appuntamento per la sposa: questo matrimonio s’ha da fare

un appuntamento per la sposa

Il matrimonio, questo sconosciuto. Quando si pensa d’averlo afferrato e di essere pronti al grande passo, qualcosa va storto e tutto ci sfugge di mano. E di chi è la colpa: nostra? Del Caso? Del Destino? Dopo il bel film drammatico La sposa promessa (Fill the void) in concorso a Venezia 69, Rama Burshtein torna al Lido ma passa alla […]

Continua a leggere

Arrival di Denis Villeneuve: incontri ravvicinati di un nuovo tipo.

arrival villeneuve

Chi siamo, dove andiamo, da dove veniamo. Noi, gli uomini. Chi sono, dove vanno, da dove vengono. Loro, gli alieni. Arrival di Denis Villeneuve è un film di fantascienza “ribaltato”, che col pretesto degli alieni parla degli uomini, di noi uomini. E questo punto di novità già vale il prezzo del biglietto di un film assolutamente atipico nel genere, un […]

Continua a leggere

La La Land di Damien Chazelle: let’s dance (again)!

la la land film musical

Il musical ha reso grande il cinema hollywoodiano. Soprattutto negli anni Trenta, ai tempi gloriosi del cosiddetto Cinema americano classico, con evergreen come Il mago di Oz (1939) o Top Hat (1935). Poi col tempo il genere si è inabissato, andando per un po’ in letargo. Un primo risveglio nel 1961 con West Side Story, che innovò profondamente il pattern […]

Continua a leggere

Ti guardo di Lorenzo Vigas: il (primo) Leone d’Oro al Venezuela

Ti guardo - Desde allà film

È arrivato come un fulmine a ciel sereno quel Leone d’Oro a Ti guardo (Desde allà) di Lorenzo Vigas alla 72esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia. Un premio al miglior film che ha lasciato tutti di stucco, per di più ad un’opera prima e per la prima volta assoluta ad un film prodotto e realizzato in Venezuela. Ma […]

Continua a leggere

Anomalisa di Charlie Kaufman e Duke Johnson: la recensione

Anomalisa di Charlie Kaufman

Quando un fertile sceneggiatore come Charlie Kaufman, coadiuvato alla regia da Duke Johnson, finalmente libero da problemi di budget, decide di dedicarsi per due anni alla realizzazione di un cartone animato, ci si aspetta che si scateni un incendio che illumini lo schermo. In effetti è così. Ma, sorprendentemente, il risultato è controllato, semplice, in fondo classico. Anomalisa è un’“anomalia” […]

Continua a leggere

La corte di Christian Vincent: la recensione

L'hermine film francese

La corte è una boccata d’aria fresca. Piccolo, raffinato, divertente, si spoglia dei pretenziosi e spesso manchevoli pseudo-intellettualismi, inevitabili ai Festival, per tornare a quella tradizione che pacifica il pubblico con il buon, anzi ottimo, cinema. La corte è intelligente nel contenuto e nella realizzazione. Ha l’incipit di un legal drama, ma poggia sulle solide fondamenta della commedia francese. Il […]

Continua a leggere

Man Down di Dito Montiel: la recensione

man down film dito montiel

Ha sorpreso la standing ovation che ha accolto Man Down alla proiezione ufficiale nella sezione Orizzonti di Venezia 72, “tutti in piedi” che ha portato alle lacrime il protagonista Shia LaBeouf alla sua seconda collaborazione con il regista Dito Montiel dopo Guida per riconoscere i tuoi santi. Ha sorpreso, perché, dopotutto, Man Down è un film superficiale, male assemblato e […]

Continua a leggere

Hearth of a dog di Laurie Anderson: la recensione

Heart of a Dog film

“Non si deve piangere al pensiero di un caro che non c’è più. Questo confonde i morti. Meglio compensare con una buona azione”. Ecco perché Laurie Anderson, 29 anni dopo Home of Brave, decide di continuare sul cammino della sperimentazione, dilatando i limiti di un’installazione d’arte visiva trasformandola così nel suo nuovo lungometraggio Hearth of a Dog. Una valanga di […]

Continua a leggere

Remember di Atom Egoyan: la recensione.

Remember di Atom Egoyan

Remember. La necessità di ricordare, di non dimenticare, di tramandare ai posteri, in equilibrio (instabile) tra monito rivolto alle generazioni future e ricerca di giustizia (o vendetta?) per le vecchie. Remember di Atom Egoyan è un thriller sull’olocausto, ma ambientato oggi, nel tempo presente, con lo sguardo proiettato al passato, agli orrori di quei campi di concentramento che hanno segnato […]

Continua a leggere

Francofonia di Aleksandr Sokurov, la recensione

Francofonia di Sokurov

Francofonia: la Storia e l’Arte. La Storia raccontata, accaduta, immaginata. L’Arte osservata, eterna, che prende vita. Francofonia di Aleksandr Sokurov era senza dubbio il film più atteso alla 72esima Mostra del Cinema di Venezia. E il regista russo, pur con un opera diversa da quella che ci si aspettava (ci si immaginava qualcosa di simile al celeberrimo Arca russa), non […]

Continua a leggere

Desconocido di Dani de la Torre: la recensione

el desconocido Dani de la Torre

Thriller d’esordio in interno di macchina, Desconocido di Dani de la Torre ha aperto con prepotenza ed entusiasmo le Giornate degli Autori di Venezia 72. Un film registicamente e moralmente impegnato e impegnativo, di un regista che vuole dimostrare subito tutto il suo estro in forma e contenuto. La macchina da presa compie movimenti di grande leggiadria ed incisività, intrisi […]

Continua a leggere

Un mostro dalle mille teste di Rodrigo Plà: la recensione

Un mostro dalle mille teste

Rodrigo Plà è senza dubbio il massimo che il cinema contemporaneo made in Uruguay possa offrirci. Passato sotto le luci della ribalta con La zona (2007), nel 2012 il suo The Delay è stato scelto come portabandiera dell’Uruguay per ambire all’Oscar come Miglior Film Straniero. Nel 2015 approda al 72esimo Festival di Venezia, nelle file della sezione Orizzonti, con Un […]

Continua a leggere

Beasts of No Nation di Cary Fukunaga: la recensione

beasts of no nation film

“La guerra è una brutta bestia che gira il mondo e non si ferma mai”. Così chiosa Ermanno Olmi nel suo ultimo film, Torneranno i prati. La guerra come una bestia famelica e indiavolata senza nazione, senza patria, che tutto divora. Noto al grande pubblico per aver diretto la serie tv True Detective, Cary Fukunaga porta a Venezia 72 Beasts […]

Continua a leggere
1 2 3 4 5 7