The Meyerowitz Stories: il (dis)lessico famigliare di Noah Baumbach

The Meyerowitz Stories film

“The Meyerowitz Stories” è una commedia sulla famiglia che diverte pur con la giusta punta di amarezza sulla lingua di ogni personaggio. Sebbene ciascuno sia chiamato a far suonare la propria campana, il risultato è un film corale quasi perfetto.

Continua a leggere

Tito e gli alieni: incontri ravvicinati tra Eduardo e l’indie americano

tito e gli alieni film paola randi

“Tito e gli alieni”, allo stesso tempo commedia e film di fanta-scienza dei sentimenti, strappa grandi risate ma anche grandi lacrimoni. Un film piccolo piccolo dal cuore grande grande, che entra in punta di piedi, facendo un piacevole rumore.

Continua a leggere

Suburra – La serie: recensione della prima stagione

Suburra – La serie arriva in ritardo rispetto alle series sorelle “Gomorra” e le altre. Ma sa dove farsi forza e farsi forte. Poi ci ricatta e corrompe. E ci porta via con sé. Onore a Netflix e al trio di registi Placido, Molaioli e Capotondi.

Continua a leggere

La mélodie di Rachid Hami: la recensione

la mélodie film

Di film sulla musica e sulla scuola, sul senso di riscatto che può nascere da uno strumento musicale o da una matita ben impugnata, ce ne sono a dozzine. Il filone è stato così battuto da essere arrivati a raschiarne il fondo. La mélodie di Rachid Hami s’inserisce su questo binario, che dà sicurezza e non tradisce grossi rischi, e […]

Continua a leggere

Blade Runner 2049: i replicanti più umani degli umani di Villeneuve

Correva l’anno 1982, al largo dei bastioni di Orione navi da combattimento andavano in fiamme e raggi B balenavano nel buio vicino alle porte di Tannhäuser. E in quell’anno Ridley Scott ci ha fatto vedere cose che noi umani (spettatori) non avevamo ancora immaginato sul grande schermo. Oggi, a 35 anni di distanza, quei momenti non sono andati perduti nel […]

Continua a leggere

Il mio Godard: un genio o un cretino? La versione di Hazanavicius

il mio godard le redoutable

Godard, chi era costui? Ma soprattutto com’era e come raccontarlo/riportarlo in quell’arte che lui ha amato e rivoluzionato: il cinema. Un enigma già difficile quando ci approcciamo ad un “classico” biopic, forse insolubile quando si tratta di fare del cinema su una personalità che, a detta di molti, anzi di tutti, è stato ed è (per sempre) sinonimo di Cinema. […]

Continua a leggere

Ritorno in Borgogna, parabola della vigna e della famiglia

ritorno in Borgogna recensione film

La famiglia è come una vigna. Mette radici profonde, lega alla terra dove si è nati, dura più di una vita. La famiglia affronta le stagioni del tempo e del sentimento, il caldo euforico della gioventù, la fresca mitezza di una nuova speranza, l’umidità di legami che arrugginiscono, il freddo pungente di un lutto. Ritorno in Borgogna di Cédric Klapisch […]

Continua a leggere

Ammore e malavita dei Manetti Bros: la recensione

Sono passati esattamente vent’anni (era il 1997) da quel Tano da morire di Roberta Torre che, con un certo successo e un sentito clamore, mischiò musical e criminalità organizzata con l’aggiunta di una bella dose di kitsch e grottesco a cui (forse) non eravamo ancora abituati. L’urlo e il profumo del “mai visto” traboccavano da Tano da morire. E ci […]

Continua a leggere

Ella e John – The Leisure Seeker: recensione

ella e john the leisure seeker

Scritto da Biancamaria Majorana. Dopo il successo de La Pazza Gioia, per Paolo Virzì un altro road movie: Ella e John – The Leisure Seeker, tratto dall’omonimo romanzo di Michael Zadoorian (tradotto in italiano col titolo In viaggio contromano), presentato in concorso all’ultima Mostra del Cinema di Venezia. Stavolta, però, non sono i panorami della Versilia, tanto cari al regista […]

Continua a leggere

Il colore nascosto delle cose di Silvio Soldini: recensione

il colore nascosto delle cose

“Le cose non sono tutte #ffffff o #000000”. Così recita un pannello all’entrata dell’agenzia pubblicitaria di Teo (Adriano Giannini), protagonista de Il colore nascosto delle cose, il nuovo film di Silvio Soldini. Un regista che sembra averlo capito bene sin da subito che le cose non sono o tutte bianche o tutte nere. Ma nel mezzo ci sono i colori, […]

Continua a leggere

Le nostre anime di notte: notti da leoni (d’oro)

Le nostre anime di notte

Scritto da Vanessa Forte. Saranno pure “vecchi”, ma quando due Leoni, per giunta d’oro, ruggiscono, sono pur sempre uno spettacolo. Venezia 74 celebra i suoi due leoni d’oro alla carriera, Robert Redford e Jane Fonda, mettendo fuori concorso Le nostre anime di notte, il loro quarto film insieme dopo La caccia, A piedi nudi nel parco e Il cavaliere elettrico. […]

Continua a leggere

Charley Thompson (Lean on Pete) di Andrew Haigh: la recensione

Charley Thompson - Lean on pete

Scritto da Vanessa Forte. Quando sul grande schermo si ha a che fare con i cavalli, è sempre bene tenere a portata di mano un pacchetto di kleneex. Vedere Charley Thompson (Lean on Pete) di Andrew Haigh per credere. Charley Thompson (Charlie Plummer) è un quindicenne che aspira ad una vita normale, fatta di casa, spesa, scuola, sport. Colmo di questa […]

Continua a leggere

Nico, 1988 di Susanna Nicchiarelli: recensione

nico 1988

Scritto da Biancamaria Majorana. Una voce profonda, inquietante, ipnotica ha inaugurato la sezione Orizzonti del 74esimo Festival di Venezia. La voce della “regina delle tenebre”, Christa Päffge, meglio nota al mondo (musicale e non solo) come Nico. A portarla sul grande schermo è la regista italiana Susanna Nicchiarelli con Nico, 1988, film coraggioso, girato e scritto in lingua inglese. Ma […]

Continua a leggere

Downsizing: il piccolo cinema di Alexander Payne.

downsizing

Ha aperto in tono decisamente minore, per non dire deludente, la 74esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia. Downsizing di Alexander Payne è un film dalle grandi potenzialità ma dalla piccola riuscita finale. Una ricchezza e una profondità di idee messe in mano al regista sbagliato. Ebbene sì, purtroppo è proprio così. Alexander Payne è il regista delle piccole […]

Continua a leggere

La forma dell’acqua (The Shape of Water): la bella fiaba di Del Toro

la forma dell'acqua

“La forma dell’acqua” di Guillermo del Toro, Leone d’Oro al 74esimo Festival di Venezia, è un film sull’amore, una fiaba moderna e senza tempo, un “la bella e la bestia” umido e magico, subacqueo e dolce, perfetto mix di cinema di genere e cinema commerciale.

Continua a leggere
1 2 3 4 5 6 17