The Disaster Artist: il capolavoro di James Franco

the disaster artist james franco

“The Disaster Artist” di James Franco porta nel titolo l’esatto contrario di quello che sono questo film e il suo autore, perché è di questo che adesso possiamo finalmente e definitivamente parlare: autorialità. Tra risate e riflessioni serie.

Continua a leggere

Suburra – La serie: recensione della prima stagione

Suburra – La serie arriva in ritardo rispetto alle series sorelle “Gomorra” e le altre. Ma sa dove farsi forza e farsi forte. Poi ci ricatta e corrompe. E ci porta via con sé. Onore a Netflix e al trio di registi Placido, Molaioli e Capotondi.

Continua a leggere

Barbara: Mathieu Amalric dal biopic alla biopsia

barbara di mathieu amalric

Di certo non si può negare che Mathieu Amalric, quando dismette la maschera da attore e indossa le vesti di regista, sia un intrepido del cinema francese e non solo. Lo aveva già dimostrato con Tournée del 2010, “intrufolandosi” nel dietro le quinte in continua scorribanda di un gruppo di donne del moderno burlesque. Con Barbara, che ha aperto il […]

Continua a leggere

Blade Runner 2049: i replicanti più umani degli umani di Villeneuve

Correva l’anno 1982, al largo dei bastioni di Orione navi da combattimento andavano in fiamme e raggi B balenavano nel buio vicino alle porte di Tannhäuser. E in quell’anno Ridley Scott ci ha fatto vedere cose che noi umani (spettatori) non avevamo ancora immaginato sul grande schermo. Oggi, a 35 anni di distanza, quei momenti non sono andati perduti nel […]

Continua a leggere

Ritorno in Borgogna, parabola della vigna e della famiglia

ritorno in Borgogna recensione film

La famiglia è come una vigna. Mette radici profonde, lega alla terra dove si è nati, dura più di una vita. La famiglia affronta le stagioni del tempo e del sentimento, il caldo euforico della gioventù, la fresca mitezza di una nuova speranza, l’umidità di legami che arrugginiscono, il freddo pungente di un lutto. Ritorno in Borgogna di Cédric Klapisch […]

Continua a leggere

Ammore e malavita dei Manetti Bros: la recensione

Sono passati esattamente vent’anni (era il 1997) da quel Tano da morire di Roberta Torre che, con un certo successo e un sentito clamore, mischiò musical e criminalità organizzata con l’aggiunta di una bella dose di kitsch e grottesco a cui (forse) non eravamo ancora abituati. L’urlo e il profumo del “mai visto” traboccavano da Tano da morire. E ci […]

Continua a leggere

L’inganno: le vergini (sedotte e) assassine di Sofia Coppola.

l' inganno sofia coppola

Prendete il peccato, dategli sembianze maschili, per lo più in divisa (il cui fascino è proverbiale), e chiudetelo in una casa di sole femmine (di un assortimento completo, da piccole donne a giovini accaldate a donne adulte apparentemente fredde), puritane, cattolicissime, che non sentono l’odore del testosterone da anni di guerra. Un gallo gettato in mezzo ad un branco di […]

Continua a leggere

Dunkirk: salvate il soldato Nolan.

dunkirk nolan

Christopher Nolan ce l’ha sempre avuta la fissa della relatività, sia essa intesa come fisica (Interstellar), del movimento avanti e indietro nel tempo (Memento) o su e giù dai livelli del sogno (Inception). Dunkirk è una nuova variazione sul tema della relatività, applicata ad un fatto di guerra che a Nolan, da britannico, sta particolarmente a cuore: l’Operazione Dynamo che […]

Continua a leggere

Ella e John – The Leisure Seeker: recensione

ella e john the leisure seeker

Scritto da Biancamaria Majorana. Dopo il successo de La Pazza Gioia, per Paolo Virzì un altro road movie: Ella e John – The Leisure Seeker, tratto dall’omonimo romanzo di Michael Zadoorian (tradotto in italiano col titolo In viaggio contromano), presentato in concorso all’ultima Mostra del Cinema di Venezia. Stavolta, però, non sono i panorami della Versilia, tanto cari al regista […]

Continua a leggere

Hannah di Andrea Pallaoro: recensione

hannah andrea pallaoro

Scritto da Vanessa Forte. Avete mai posseduto un bicchiere di vetro infrangibile? Cadono e ricadono ma, pur con qualche graffio, resistono. Fino a quando non sono colpiti con la giusta angolazione. Allora letteralmente esplodono. Hannah di Andrea Pallaoro è un bicchiere di vetro infrangibile. Dopo aver esordito con Medeas proprio in laguna, nella sezione Orizzonti 2013, Andrea Pallaoro è tornato […]

Continua a leggere

Il colore nascosto delle cose di Silvio Soldini: recensione

il colore nascosto delle cose

“Le cose non sono tutte #ffffff o #000000”. Così recita un pannello all’entrata dell’agenzia pubblicitaria di Teo (Adriano Giannini), protagonista de Il colore nascosto delle cose, il nuovo film di Silvio Soldini. Un regista che sembra averlo capito bene sin da subito che le cose non sono o tutte bianche o tutte nere. Ma nel mezzo ci sono i colori, […]

Continua a leggere

Mektoub, My Love: Canto Uno. Il capolavoro di Kechiche

mektoub my love canto uno

Kechiche, my love. Diciamolo subito, senza tanti giri di parole: “Mektoub, My Love: Canto Uno” di Kechiche è un capolavoro. Senza se e senza ma. Un film indimenticabile, che rimane impresso a lungo, che riempie occhi e cuore di un cinema oltre il cinema.

Continua a leggere

Madre! (Mother!) di Darren Aronofsky: recensione

Madre! Darren Aronofsky

Oh mamma mia! Questa l’esclamazione, sia essa di stupore o di delusione, che ogni spettatore sospira giunto in fondo a Madre! (Mother!), il nuovo attesissimo film di Darren Aronofsky, presentato con qualche fischio di troppo alla 74esima Mostra del Cinema di Venezia. Madre! (Mother!), nel bene o nel male, è un film che non lascia indifferenti. E se lo scopo […]

Continua a leggere

Nico, 1988 di Susanna Nicchiarelli: recensione

nico 1988

Scritto da Biancamaria Majorana. Una voce profonda, inquietante, ipnotica ha inaugurato la sezione Orizzonti del 74esimo Festival di Venezia. La voce della “regina delle tenebre”, Christa Päffge, meglio nota al mondo (musicale e non solo) come Nico. A portarla sul grande schermo è la regista italiana Susanna Nicchiarelli con Nico, 1988, film coraggioso, girato e scritto in lingua inglese. Ma […]

Continua a leggere

Downsizing: il piccolo cinema di Alexander Payne.

downsizing

Ha aperto in tono decisamente minore, per non dire deludente, la 74esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia. Downsizing di Alexander Payne è un film dalle grandi potenzialità ma dalla piccola riuscita finale. Una ricchezza e una profondità di idee messe in mano al regista sbagliato. Ebbene sì, purtroppo è proprio così. Alexander Payne è il regista delle piccole […]

Continua a leggere

Alien: Covenant di Ridley Scott, mostro vecchio non fa buon brodo

Alien Covenant foto

Di quanto si può allungare il brodo (di Alien) prima che diventi un’acquetta con poca sostanza? Anno 2104. L’astronave madre Covenant è in viaggio, con più di 2000 coloni, embrioni umani di seconda generazione ed equipaggio, verso una nuova casa: il pianeta Origae-6. Un’imprevedibile tempesta di neutrini, però, la porterà all’incontro con gli xenomorfi più famosi e amati del cinema. […]

Continua a leggere

Sole Cuore Amore, l’Italia in insufficienza cardiaca

sole cuore amore film

Non si può lavorare da morire, e ancor peggio non si può morire di lavoro. È questo il fulcro di Sole Cuore Amore di Daniele Vicari, un film che sferra un duro colpo alla pancia del mondo del lavoro nell’Italia di oggi. Un film che prima ti stringe a sé, come un abbraccio di chi è in cerca di conforto […]

Continua a leggere
1 2 3 4 5 13