Kreuzweg – Le stazioni della fede, la recensione

Kreuzweg Le stazioni della fede

Quattordici capitoli come le quattordici stazioni della Via Crucis. E ogni capitolo di Kreuzweg – Le stazioni della fede è un unico piano-sequenza (per di più quasi tutti a macchina fissa), come uno sguardo puntato ed estasiato dalla vista di un santo. Di film sulle esagerazioni e le storture della religione ne ricordiamo vari, tra cui Lourdes di Jessica Hausner […]

Continua a leggere

Suburra: Roma kaput mundi – recensione

Suburra locandina film Stefano Sollima

Suburra di Stefano Sollima: tra cinema di genere e Mafia Capitale, piangi Roma… Partiamo dalla fine del film. Da quella dedica: “a mio padre”. Stefano Sollima dedica Suburra al papà Sergio (morto il 1 luglio 2015). E questo già dice molto del suo film. Non solo un omaggio e un saluto “pubblico” dal figlio al padre, ma una sorta di […]

Continua a leggere

Ritorno alla vita, ma non al Cinema, di Wim Wenders.

Ritorno alla vita Wenders

Ritorno alla vita: Wim Wenders non convince con questo suo ritorno al cinema di finzione. E la prova di James Franco e Charlotte Gainsbourg fa peggio che meglio. Every Thing Will Be Fine. Andrà tutto bene. Una frase che ripetiamo come un mantra ogni volta che qualcosa ci preoccupa, per confortare e far coraggio a noi stessi o ad un amico. […]

Continua a leggere

Southpaw – L’ultima sfida: il cine-pugno di Antoine Fuqua

Southpaw film

Di film sul pugilato ne abbiamo visti a dozzine: dall’intera saga di Rocky a Toro scatenato, da Million Dollar Baby ad Alì. Pur non potendo competere con nessuno di questi pesi massimi, un posticino però se lo ritaglia anche Southpaw – L’ultima sfida di Antoine Fuqua. Come nella migliore tradizione, un nuovo (per non dire ennesimo) film di rivincita e […]

Continua a leggere

Ti guardo di Lorenzo Vigas: il (primo) Leone d’Oro al Venezuela

Ti guardo - Desde allà film

È arrivato come un fulmine a ciel sereno quel Leone d’Oro a Ti guardo (Desde allà) di Lorenzo Vigas alla 72esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia. Un premio al miglior film che ha lasciato tutti di stucco, per di più ad un’opera prima e per la prima volta assoluta ad un film prodotto e realizzato in Venezuela. Ma […]

Continua a leggere

Man Down di Dito Montiel: la recensione

man down film dito montiel

Ha sorpreso la standing ovation che ha accolto Man Down alla proiezione ufficiale nella sezione Orizzonti di Venezia 72, “tutti in piedi” che ha portato alle lacrime il protagonista Shia LaBeouf alla sua seconda collaborazione con il regista Dito Montiel dopo Guida per riconoscere i tuoi santi. Ha sorpreso, perché, dopotutto, Man Down è un film superficiale, male assemblato e […]

Continua a leggere

Remember di Atom Egoyan: la recensione.

Remember di Atom Egoyan

Remember. La necessità di ricordare, di non dimenticare, di tramandare ai posteri, in equilibrio (instabile) tra monito rivolto alle generazioni future e ricerca di giustizia (o vendetta?) per le vecchie. Remember di Atom Egoyan è un thriller sull’olocausto, ma ambientato oggi, nel tempo presente, con lo sguardo proiettato al passato, agli orrori di quei campi di concentramento che hanno segnato […]

Continua a leggere

Francofonia di Aleksandr Sokurov, la recensione

Francofonia di Sokurov

Francofonia: la Storia e l’Arte. La Storia raccontata, accaduta, immaginata. L’Arte osservata, eterna, che prende vita. Francofonia di Aleksandr Sokurov era senza dubbio il film più atteso alla 72esima Mostra del Cinema di Venezia. E il regista russo, pur con un opera diversa da quella che ci si aspettava (ci si immaginava qualcosa di simile al celeberrimo Arca russa), non […]

Continua a leggere

Desconocido di Dani de la Torre: la recensione

el desconocido Dani de la Torre

Thriller d’esordio in interno di macchina, Desconocido di Dani de la Torre ha aperto con prepotenza ed entusiasmo le Giornate degli Autori di Venezia 72. Un film registicamente e moralmente impegnato e impegnativo, di un regista che vuole dimostrare subito tutto il suo estro in forma e contenuto. La macchina da presa compie movimenti di grande leggiadria ed incisività, intrisi […]

Continua a leggere

Un mostro dalle mille teste di Rodrigo Plà: la recensione

Un mostro dalle mille teste

Rodrigo Plà è senza dubbio il massimo che il cinema contemporaneo made in Uruguay possa offrirci. Passato sotto le luci della ribalta con La zona (2007), nel 2012 il suo The Delay è stato scelto come portabandiera dell’Uruguay per ambire all’Oscar come Miglior Film Straniero. Nel 2015 approda al 72esimo Festival di Venezia, nelle file della sezione Orizzonti, con Un […]

Continua a leggere

Beasts of No Nation di Cary Fukunaga: la recensione

beasts of no nation film

“La guerra è una brutta bestia che gira il mondo e non si ferma mai”. Così chiosa Ermanno Olmi nel suo ultimo film, Torneranno i prati. La guerra come una bestia famelica e indiavolata senza nazione, senza patria, che tutto divora. Noto al grande pubblico per aver diretto la serie tv True Detective, Cary Fukunaga porta a Venezia 72 Beasts […]

Continua a leggere

Il caso Spotlight di Thomas McCarthy: la recensione.

il caso spotlight film

Il caso Spotlight è un film che rasenta la perfezione. Mette d’accordo tutti, convince senza se e senza ma, in una lezione che è di cinema e giornalismo allo stesso tempo. E persuade tutti scegliendo però quel tema di cui (quasi) nessuno vuole parlare: la pedofilia “tra le panche” della Chiesa. Il caso Spotlight punta i fari del cinema, con […]

Continua a leggere

El Clan di Pablo Trapero: la recensione

El Clan di Pablo Trapero

La famiglia è la famiglia. El clan es el clan. Il silenzio e la fedeltà prima di tutto, anche quando è una vera e propria associazione a delinquere. Dove la salvezza di uno è la vita per tutti, dove il tradimento di uno è la morte per tutti. Pablo Trapero, trent’anni dopo i fatti realmente accaduti, porta in Concorso al […]

Continua a leggere

A bigger splash di Luca Guadagnino, la recensione

A bigger splash di Luca Guadagnino

Insieme a Saverio Costanzo, Luca Guadagnino è senza dubbio il meno italiano tra i registi italiani. Zoomate improvvise, invasività della macchina da presa, insomma lo stile di chi vuole apparire e impressionare a tutti i costi. I fischi lo accolsero al Lido di Venezia con Io sono l’amore nel 2005 e non lo abbandonano neppure nel 2015 quando sbarca in […]

Continua a leggere

The Danish Girl di Tom Hooper: la recensione

the Danish Girl

Tom Hooper è l’uomo dei Premi Oscar. Quelli prepensati, fabbricati ad arte, laccati (e leccati) in oro dall’Academy. Così è stato per Il discorso del re (quattro statuette tra cui miglior film e miglior regia) nel 2011 e per Les Misérables (tre statuette) nel 2013. E così sarà per The Danish Girl, ennesima pellicola realizzata ad hoc per incassare trofei […]

Continua a leggere

L’ attesa di Piero Messina: la recensione

L'attesa film

Assistente alla regia di Paolo Sorrentino per This Must Be the Place e La grande bellezza, Piero Messina porta con coraggio il suo film d’esordio, L’ attesa, nelle fauci del Concorso della 72esima edizione del Festival di Venezia. La ricompensa sono applausi (anche della stampa) per un buonissimo esordio, personale e sensuale, sorretto da una divina Juliette Binoche. L’ attesa […]

Continua a leggere

The Lobster: The Grand Lanthimos Hotel.

the lobster film

Single di tutto il mondo, in che animale vorreste trasformarvi, o forse reincarnarvi, se non riusciste a trovare l’anima gemella in questa vita? Pensateci bene, perché se dovesse capitarvi d’essere trasferiti al The Grand Lobster Hotel di Giorgos Lanthimos, è il caso di avere le idee chiare sin da subito. Premio della Giuria (presieduta dai fratelli Coen) al Festival di […]

Continua a leggere

Un mondo fragile (La tierra y la sombra): la recensione

la tierra y la sombra

Premio Camera d’Or al Festival di Cannes 2015, Un mondo fragile (La tierra y la sombra) del colombiano Cesare Augusto Acevedo è un film che sfida i confini del quadro filmico, la restrizione delle due dimensioni. Ma non lo fa ricorrendo al 3D, bensì comprendendo a pieno il potere e il potenziale del 2D, ponendo la macchina da presa in […]

Continua a leggere

Diamante nero: brilla il film di Céline Sciamma.

diamante nero film

“Shine bright like a diamond” canta Rihanna nella sua celebre Diamonds, ballata e interpretata in un’ipnotica sequenza musicale dalle quattro protagoniste di Diamante nero (Bande de filles) di Céline Sciamma. E proprio come un diamante, magari un diamante grezzo, e per questo ancora più pregiato, brilla l’opera terza della giovane regista francese. Diamante nero (Bande de filles) brilla di luce […]

Continua a leggere

Contagious – Epidemia mortale (Maggie), la recensione

Contagious Maggie

Schwarzenegger zombie father e zombie hunter… “Essi vivono” diceva John Carpenter nel lontano 1988 in quel suo celebre film tratto dal racconto Alle otto del mattino di Ray Nelson. “Essi con-vivono” sembrano dirci, invece, i più recenti zombie movie. Infatti, se da un lato potremmo lamentarci del fatto che “non esistono più gli zombi (e gli horror) di una volta…”, […]

Continua a leggere
1 4 5 6 7 8 13