The Shift di Laura Carreira: recensione cortometraggio Venezia 77

the shift corto venezia 77

Recensione di The Shift di Laura Carreira. Scritta da Vanessa Forte. Anna è una lavoratrice interinale che porta con sé il cane a fare la spesa. Nel supermercato, pur di risparmiare, cerca solo prodotti di prima necessità tra quelli in scadenza, ma non manca di prendere il cibo per il suo amico a quattro zampe. Giunta alla cassa riceve però […]

Continua a leggere

Pieces of a woman di Kornél Mundruczó: recensione film

pieces of a woman

Recensione di Pieces of a woman di Kornél Mundruczó. Scritta da Pietro Braccio. Dopo diversi passaggi a Cannes con i suoi film precedenti, l’ungherese Kornél Mundruczó approda al Lido di Venezia in concorso con Pieces of a woman, il suo debutto a stelle e strisce, almeno per quanto riguarda ambientazione e cast (tra i produttori esecutivi c’è pure Martin Scorsese). […]

Continua a leggere

Selva Tragica di Yulene Olaizola: recensione film Venezia 77

selva tragica film

Recensione del film Selva Tragica di Yulene Olaizola. Scritta da Vanessa Forte. Classico racconto realizzato su ambientazioni sudamericane, Selva Tragica, della regista messicana Yulene Olazola al suo ottavo film, riesce con successo a fondere le atmosfere magiche ed oniriche delle leggende Maya con una drammatica storia postcoloniale ambientata degli anni Venti sfruttando, in maniera esemplare e quasi documentaristica, tutte le […]

Continua a leggere

Kitoboy (The Whaler Boy) di Philipp Yuryev: recensione film

kitoboy

Recensione del film Kitoboy (The Whaler Boy) di Philipp Yuryev. Scritta da Vanessa Forte. Opera prima del giovane regista Phillipp Yuryev, Kitoboy (The Whaler Boy) ha vinto il premio per la Miglior Regia alla 17esima edizione delle Giornate degli Autori, nell’ambito di Venezia 77. Con mano ferma e sorprendentemente sapiente, Yuryev è riuscito a dirigere attori per lo più non […]

Continua a leggere

Hayaletler – Ghosts di Azra Deniz Okyay: recensione film

hayaletler ghosts

Recensione del film Hayaletler – Ghosts di Azra Deniz Okyay. Scritta da Vanessa Forte. All’interno della Settimana Internazionale della Critica, nell’ambito di Venezia77, Hayaletler – Ghosts, della giovane regista e sceneggiatrice turca Azra Deniz Okyay, si è aggiudicato il Gran Premio come miglior film. Era dal 2018 che un artista turco non sbarcava in laguna. Con un piccolo salto temporale, […]

Continua a leggere

Le sorelle Macaluso di Emma Dante: recensione film

le sorelle macaluso film

Recensioni del film Le sorelle Macaluso di Emma Dante. Siamo fatti di ricordi. Dolorosi, divertenti, commoventi, strazianti. E ogni ricordo lascia in noi un segno, come quelli impressi dalla luce su un muro scontornando gli oggetti. I ricordi sono fisici, reali, corporei, perché sono gli oggetti che ce li conficcano dentro l’anima come pugnali grondanti sangue. Le sorelle Macaluso, opera […]

Continua a leggere

Lacci di Daniele Luchetti: recensione del film

lacci film

Recensione di Lacci di Daniele Luchetti, tratto dall’omonimo romanzo di Domenico Starnone. Ci sono principalmente due modi per allacciarsi le scarpe: il fiocco e il nodo. Il fiocco, più elegante e dolce, permette di essere sciolto, districato e rifatto meglio. Il nodo, più duro e coriaceo, è meno incline ad essere disfatto e implica un intervento più invasivo, spesso un […]

Continua a leggere

Bombshell – La voce dello scandalo: bomba o non bomba?

bombshell film

“Bombshell” non è la bomba evocata dal titolo. O meglio, è un ordigno con una potenza esplosiva davvero notevole, ma che rimane inespressa, implosa, come una miccia bagnata che non fa divampare la scintilla. E il vero problema non sta tanto nella sceneggiatura di Charles Randolph, quanto nella regia di Jay Roach.

Continua a leggere

I due papi: l’umana santità dei pontefici di Meirelles

i due papi film

Due momenti in particolare la dicono lunga sullo spirito libero con cui Meirelles ha tratteggiato “I due papi”: l’inserimento di “Dancing Queen” degli Abba nella scena delle votazioni nel conclave e quello di “Bella Ciao” in un flashback sulla vita di Papa Bergoglio.

Continua a leggere

Hammamet: l’apatico Bettino Craxi di Gianni Amelio

hammamet film

“Bisogna fare almeno due figli, perché se te ne muore uno, almeno hai l’altro. Restare senza figli è la cosa più atroce”. In questa battuta pronunciata da un Bettino Craxi stanco, affranto, dolorante, senza fiato, interpretato da un gigantesco Pierfrancesco Favino, sta tutto il senso di “Hammamet” di Gianni Amelio.

Continua a leggere

Gli anni più belli: il capolavoro di Gabriele Muccino

gli anni più belli

È bello da far male l’ultimo film di Gabriele Muccino. Ed è, insieme a “Ricordati di me”, anche il film più bello della sua filmografia. Un’opera che s’inserisce perfettamente nel filone della sua produzione made in Italy, ben imperniata intorno ai temi e ai sentimenti di amore e amicizia.

Continua a leggere

Beautiful Boy: il trionfo di Timothée Chalamet

Beautiful Boy film

Ogni giovane attore ha, nei primissimi anni di carriera, il film che lo lancia definitivamente nel firmamento dei futuri grandi interpreti del cinema. Si pensi su tutti a Leonardo DiCaprio in “Buon compleanno Mr. Grape”. Per Timothée Chalamet quel film è “Beautiful Boy” di Felix Van Groeningen.

Continua a leggere

La paranza dei bambini: la fine dell’innocenza

la paranza dei bambini

Recensione di La paranza dei bambini di Claudio Giovannesi. Siamo quello che vediamo. E i giovani protagonisti del film di Claudio Giovannesi sono quello che hanno sempre visto: criminali, assassini, truffatori. Vorrebbero continuare a essere bambini, come il titolo stesso dice, una frotta di ragazzetti che corrono appresso alle ragazzine, che giocano all’autoscontro al luna park, che inarcano le labbra […]

Continua a leggere

The Irishman: l’opera definitiva di Martin Scorsese (?)

the irishman con al pacino e robert de niro

Ci sono film che segnano la storia del cinema ancora prima di essere visti. È un privilegio che spetta a pochi. “The Irishman” è tra questi eletti. E il segno che lascia una volta finita la visione è ancora più forte, duraturo, incisivo dell’impronta impressa dalla sua lunga attesa.

Continua a leggere

5 è il numero perfetto di Igort: recensione del film

5 è il numero perfetto

Tutt’altro che un film perfetto. Pieno di difetti e incertezze, è però l’incarnazione di una delle vie che il cinema italiano dovrebbe percorrere per rinnovarsi, ovvero un cinema di genere che tenda la mano più al Cinema che alla Realtà. Il risultato, però, stavolta, è stonato e anchilosato.

Continua a leggere

Joker di Todd Phillips: ridi pagliaccio! – recensione film

Joker con Joaquin Phoenix

“Don’t forget to smile”. È la negazione una delle chiavi di lettura di “Joker” di Todd Phillips, interpretato da un gigantesco Joaquin Phoenix. In primis perché non è un film di supereroi. Al contrario, è molto meno fantastico e visionario di quel che ci aspettiamo.

Continua a leggere

Sanctorum di Joshua Gil: la recensione

Sanctorum film

Recensione di Sanctorum di Joshua Gil. Scritta da Vanessa Forte. In una piccola città in mezzo ai boschi vivono una madre e suo figlio Erwin. La loro quotidianità è sconvolta quando la cittadina diventa lo scenario dello scontro tra militari governativi e cartelli del narcotraffico. Mancando soldi e lavoro, la giovane madre, come altri contadini, è costretta a sbarcare il […]

Continua a leggere

Martin Eden: il capolavoro di Pietro Marcello e Luca Marinelli

martin eden con luca marinelli

Per fortuna che ci sono Pietro Marcello e Luca Marinelli. Ce ne vorrebbero di più di registi e attori così, coraggiosi, atipici, ribollenti di arte ed emozioni contrastanti. E per fortuna che c’è “Martin Eden” a dare nuovo ossigeno al cinema italiano. Un film fuori dai canoni a cui ci siamo abituati e assuefatti, dannatamente immaginifico e poeticamente reale.

Continua a leggere

Partenonas di Mantas Kvedaravicius: recensione

Partenonas film

Recensione di Partenonas di Mantas Kvedaravicius. Scritta da Vanessa Forte. Primo film di finzione del pluripremiato documentarista lituano Mantas Kvedaravicius, Partenonas è un’opera visionaria, estremamente difficile e spesso disturbante, che non assomiglia a nulla di conosciuto nel mondo cinematografico. Tanto che necessita di più di una visione per trovarvi una chiave di lettura atta a decodificare questo nuovo linguaggio. In […]

Continua a leggere
1 2 3 4 5 17