Quel fantastico peggior anno della mia vita: recensione

Quel fantastico peggior anno della mia vita

Quel fantastico peggior anno della mia vita di Alfonso Gomez-Rejon è una chicca capace di raccontare uno dei drammi più profondi (la malattia terminale) con un tono da commedia scanzonata e ariosa che rinfresca il cinema e lo spettatore. Quel fantastico peggior anno della mia vita ha vinto sia il premio del pubblico che il gran premio della giuria al […]

Continua a leggere

Io e lei: le donne senza uomini di Maria Sole Tognazzi.

Io e lei film

Io e lei di Maria Sole Tognazzi non è il La vita di Adele italiano. Non vuole esserlo. Non deve esserlo. Vediamo perchè… L’amore dura cinque anni. Potremmo dire parafrasando il titolo del celebre romanzo di Frédéric Beigbeder. Poi scatta una crisi, pressoché fisiologica, il calo del desiderio, lo stallo, la noia, il desiderio di cambiare. Tra uomo e donna, […]

Continua a leggere

La corte di Christian Vincent: la recensione

L'hermine film francese

La corte è una boccata d’aria fresca. Piccolo, raffinato, divertente, si spoglia dei pretenziosi e spesso manchevoli pseudo-intellettualismi, inevitabili ai Festival, per tornare a quella tradizione che pacifica il pubblico con il buon, anzi ottimo, cinema. La corte è intelligente nel contenuto e nella realizzazione. Ha l’incipit di un legal drama, ma poggia sulle solide fondamenta della commedia francese. Il […]

Continua a leggere

Noi siamo Francesco di Guendalina Zampagni, la recensione

Noi Siamo Francesco film

C’è una prima volta per tutto: la prima caduta in bicicletta, il primo viaggio da soli, la prima sbronza, il primo voto brutto a scuola, il primo bacio e il primo amore. È così per tutto, è così per tutti. Ma cosa accade se non si è autosufficienti? Anzi la domanda è: se siamo disabili cambia qualcosa? Noi siamo Francesco […]

Continua a leggere

Se Dio vuole con Alessandro Gassmann: la recensione.

se dio vuole gassmann giallini

“Brillante” e “intelligente” sono due aggettivi spesso sprecati e abusati nel giudicare molte commedie, non solo italiane. Ecco, per Se Dio vuole, esordio alla regia di Edoardo Falcone (già co-sceneggiatore delle commedie Nessuno mi può giudicare, Stai lontana da me e Ti ricordi di me?), i due aggettivi sono più che giustificati. Se Dio vuole, infatti, è una delle migliori […]

Continua a leggere

La famiglia Belier: la fonetica dei sentimenti.

La Famiglia Belier

Il cinema francese è una vera fucina di commedie semplici, deliziose, sfiziose, dove tutto quadra, dove tutto è in gran parte prevedibile dopo una manciata di minuti. Su tutte il memorabile Quasi amici, diventato il secondo film francese di maggior successo di tutti i tempi (dopo Giù al nord del 2008), ma anche Cena tra amici (tanto che Francesca Archibugi […]

Continua a leggere

Il nome del figlio: Francesca Archibugi oltre il remake

il nome del figlio film italiano

Il nome del figlio di Francesca Archibugi va oltre il remake, rivedendo il film “di partenza” con una freschezza di sguardo inaspettata. Ammetto che quando ho saputo che Francesca Archibugi aveva fatto il remake di Cena tra amici (Le Prénom) dei francesi Alexandre de La Patellière e Matthieu Delaporte, la cosa mi ha deluso, e non poco. Perché ritenevo l’Archibugi […]

Continua a leggere

St. Vincent: convenzionale è bello con St. Bill Murray

st. vincent bill murray

C’è un nuovo santo da aggiungere sul calendario: St. Vincent de Van Nuys. O se preferite, St. Bill Murray. St. Vincent è un film piccolissimo, che come molte cose piccole nasconde in sé un tesoro. La sceneggiatura, scritta nel 2011 da Theodore Melfi, è ben presto finita nella Black List di Hollywood tra i migliori script non ancora prodotti. Poteva rimanere chiusa in […]

Continua a leggere

Pride: gay e minatori, coppia di fatto contro la Thatcher

Pride film

Pride è un piccolo miracolo, un piccolo capolavoro, dotato di un potenziale enorme… “Pride in the name of love” cantavano nel 1984 gli U2 nel celebre primo singolo estratto da un album storico, “The Unforgettable Fire”. “Pride in the name of love and job” possiamo dire per il film diretto da Matthew Warchus, che, guarda caso, è ambientato nello stesso […]

Continua a leggere

Words and Pictures, non solo parole parole parole…

words and pictures film

Di film sul mondo della scuola ce ne sono a centinaia. Words and Pictures è diverso: esce dalla massa poiché non è un film sulla scuola, ma un film in contesto scolastico. In Words and Pictures ci sono gli studenti, sbruffoni, talentuosi, indisciplinati, simpatici. Ci sono i professori, ribelli e canonici, integerrimi e di quelli che mettono i piedi sulla […]

Continua a leggere

Tutto può cambiare, road comedy a New York

tutto può cambiare

Dietro un titolo, sia in originale sia nella traduzione italiana, che sa di visto e rivisto, Tutto può cambiare è invece il film da vedere assolutamente. Niente di speciale, sia chiaro, ma assolutamente delizioso, simpatico, una vera chicca ben scritta, ben diretta e ben recitata. Tutto può cambiare: la vita di Greta (Keira Knightley), sedotta e abbandonata a New York […]

Continua a leggere

La buca: stavolta Ciprì non fa centro

Sergio Castellitto e Rocco Papaleo film La Buca

Per Daniele Ciprì, alla sua seconda volta da regista senza la storica spalla Franco Maresco, La buca forma con E’ stato il figlio (2012) una sorta di “dittico del risarcimento”. Anche stavolta al centro il tema del denaro e un “riscatto” allo stesso tempo economico e sociale per due personaggi disperati e soli, uno misantropo e l’altro bisognoso d’affetto. Di […]

Continua a leggere

Un piccione seduto su un ramo riflette sull’esistenza.

a pigeon sat on a branch reflecting on existence

Chiusura in tono minore per la trilogia sulla vita e la morte di Roy Andersson. Dopo Songs from the second floor (2000) e You, the living (2007), a distanza di altri sette anni è il turno di A pigeon sat on a branch reflecting on existence. Per chi ha visto i primi due “capitoli”, Andersson ripropone la solita estetica: interni […]

Continua a leggere

You, the Living: il (non) sense della vita per Roy Andersson | recensione film

You the Living film recensione

Recensione del film You, the Living (Du Levande) di Roy Andersson. Così è la vita. Fatta di litigi e incomprensioni, piccole gioie e taciuti amori, stenti e privazioni. Coperto da una costante nebbiolina grigia che avvolge interni ed esterni, You, the Living (Du Levande) di Roy Andersson è un film surreale sul (non) sense della vita. In scena un manipolo […]

Continua a leggere

Non dico altro: un grande James Gandolfini | recensione film

non dico altro recensione film gandolfini

Recensione del film Non dico altro con James Gandolfini. Non è bello ciò che è bello, ma è bello ciò che piace. Quindi ciò che a me non piace, può piacere a te. Ma cosa succede se tu ti fai influenzare dai miei cattivi giudizi su ciò che a te sta incominciando a piacere? Da questo incontro di opposti nasce […]

Continua a leggere

L’ultima ruota del carro: l’esame di maturità di Giovanni Veronesi

L'Ultima Ruota del Carro germano mastronardi

C’è un momento nella carriera di un regista in cui si sente il bisogno di dimostrare di che pasta si è fatti. Per Giovanni Veronesi quel momento è L’ultima ruota del carro. Dopo una collana di manuali d’amore e piacevoli filmetti su genitori e figli, il regista toscano ci consegna l’opera della maturità. L’ultima ruota del carro pesca nella massa […]

Continua a leggere

In ordine di sparizione: vendetta norvegese

in ordine di sparizione film

Vendetta spassosa vendetta. In ordine di sparizione di Hans Petter Moland non è un thriller, non è una dark comedy, non è un noir e non è neppure un film pulp. Mischiando sangue e giustizia personale, toni cupi e grasse risate, è molto di più: ovvero tutto questo contemporaneamente. Protagonista un onesto cittadino, anzi il migliore dei cittadini, di una […]

Continua a leggere

Saving Mr Banks: quando Walt Disney salvò Mary Poppins…

Saving Mr Banks tom hanks

Walt Disney è sinonimo di magia, fantasia, felicità. Ma dietro la locandina, prima dei titoli d’inizio, non tutto è rose e fiori, pulviscolo di stelle, sorridente arcobaleno. Dietro c’è la vita, con le sue gioie e i suoi dolori. Su questo “backstage” si concentra John Lee Hancock in Saving Mr Banks, racconto sulla trasposizione cinematografica di Mary Poppins, personaggio nato […]

Continua a leggere

Le meraviglie: Alice Rohrwacher e il mito della caverna

le meraviglie film

“Vuoi costruire un muro intorno a lei?” domanda Cocò a Wolfgang riguardo la primogenita Gelsomina, piccola donna costretta a vivere e patire il proprio mito della caverna. Il padre l’ha confinata in un mondo piccolo, rustico, rurale, che vive nella luce accecante della natura e nel buio pesto della civiltà. Gelsomina e le sue sorelle vedono davanti a sé solo […]

Continua a leggere

Nebraska: in viaggio con papà

Un Alexander Payne ritrovato. Dopo il patetico e scialbo Paradiso amaro, Nebraska segna la ripresa di uno dei registi più apprezzati (e forse un po’ sopravvalutati) a livello internazionale. Una ripresa così evidente da poterci sbilanciare nel definire Nebraska come il suo piccolo capolavoro. Sul grande schermo la storia di un padre e un figlio, che, complice un viaggio di […]

Continua a leggere
1 2 3