Silvio Forever, riuscita pièce à thèse su Mr B.

silvio forever film

“Ora ti racconto una storia che ti ridurrà le palle alle dimensioni dell’uva passa”. L’affermazione dello sfatto e stralunato Spike di Notting Hill sarebbe il perfetto incipit per Silvio Forever. Seguito poi ovviamente dalla scritta “una storia vera”. Perchè il docufilm di Roberto Faenza e Filippo Macelloni atterrisce lo spettatore. E lo fa in modo intelligente, non fazioso, trascinante, non […]

Continua a leggere

Cosa voglio di più di Silvio Soldini: la recensione

cosa voglio di più film soldini

“A volte basta un attimo per dimenticare tutta una vita, ma altre volte non basta tutta una vita per dimenticare un attimo”. Una frase profetica che il panciuto  e inconsapevole cornuto Alessio (Giuseppe Battiston) pronuncia quando la funesta profezia si è già verificata: la sua amata Anna (Alba Rohrwacher) è appena rientrata dall’incontro col suo focoso amante, Domenico (Pierfrancesco Favino). […]

Continua a leggere

Basilicata coast to coast: on the road all’italiana | recensione film

Basilicata coast to coast film

Recensione del film Basilicata Coast to Coast di Rocco Papaleo, con Giovanna Mezzogiorno, Alessandro Gassman e Max Gazzè. Abbandonando l’abusata ambientazione domestica nella quale si è accasciato il cinema italiano degli ultimi anni, Basilicata coast to coast inforca con coraggio l’inusuale strada del road movie tanto da essere un Easy rider nostrano. Il provincialismo è il vero punto di forza […]

Continua a leggere

La solitudine dei numeri primi: la recensione

La Solitudine Dei numeri primi film

La solitudine di Saverio Costanzo. Almeno cinematograficamente. Sì, perchè è il meno italiano tra i registi del Belpaese. Forse potremmo addirittura definirlo il non-italiano. Un occhio sul mondo più unico che raro, da vera pecora nera. In senso positivo, ovviamente. Dopo lo strabiliante “Private” sulla forzata convivenza “condominiale” tra israeliani e palestinesi e lo spiritual-meditativo “In memoria di me”, Saverio […]

Continua a leggere

L’uomo che verrà: i bambini ci guardano

l'uomo che verrà giorgio diritti

Martina ha 8 anni, due gambe esili da pinocchietto e due grandi occhi spalancati sul mondo tra sogno e malinconia. Il suo sguardo tutto coglie e niente tralascia. Giorgio Diritti pone la macchina da presa ad “altezza bambino” e attraverso questa prospettiva pura e privilegiata ci conduce su e giù tra i boschi e i viottoli, i covoni di paglia […]

Continua a leggere

La nostra vita: l’Italia che soffre e lavora

la nostra vita film

Visceralmente italiano. Dietro un titolo oneroso e ingombrante, La nostra vita misura i battiti dell’Italia del nostro tempo. La sicurezza sul lavoro (nero), il rapporto con gli extracomunitari, la nascita di un nuovo proletariato, gli “impicci” dell’edilizia, la famiglia, la paternità e la cura dei figli. Senza (s)cadere nel film di denuncia e senza morali o ideologie morettiane/guzzantiane di fondo, […]

Continua a leggere

Habemus Papam: la sconcertante bellezza dell’umano troppo umano

habemus papam film

Il solenne silenzio del conclave è rotto dal ticchettare secco e inquieto delle penne sui tavoli lignei. Poi si alza il brontolio delle preghiere dei cardinali: “Signore, non io, ti prego! Non sono in grado, non sono all’altezza!”. Habemus Papam è la messinscena dell’umano troppo umano che alberga nel sacro e nel divino, nell’insostenibile pesantezza dell’essere Santo Padre. Papa Melville […]

Continua a leggere

C’è chi dice no: la commedia che dichiara guerra ai raccomandati

c'è chi dice no film

Max è un rampante giornalista che ama il suo mestiere, Samuele un preparato assistente universitario di diritto penale e Irma una brava dottoressina di reparto. Tre amici, ex compagni di classe, affetti dallo stesso male: il loro talento viene sistematicamente oscurato dal raccomandato figlio di papà di turno. Ma per la serie “l’unione fa la forza”, mettono su il movimento […]

Continua a leggere

Se sei così ti dico sì: non è la solita commedia italiana

se sei così ti dico sì piero cicala

Sin da piccoli ci insegnano che non si giudica un libro dalla copertina. Copertina che nel caso di Se sei così ti dico sì fa rima con titolo, locandina, attrice protagonista. Si deve gettare il cuore e l’occhio oltre un titolo da fiction di bassa lega per famigliole Barilla riunite sul divano, una locandina da commedia sentimentale fru fru tutta […]

Continua a leggere

Pranzo di Ferragosto: beato tra le nonne! – recensione

Pranzo di ferragosto film

Recensione di Pranzo di ferragosto, un film di Gianni Di Gregorio. Ferragosto è alle porte e nessuno vuole rinunciare ad un paio di giorni di vacanza. Ma c’è un problema: dove lasciare l’anziana madre? La risposta è una sola: da Gianni, che si trasforma così per due giorni nella bambinaia di un simpatico gruppo di vecchiette. Casa sua si tramuta […]

Continua a leggere

Il gioiellino di Andrea Molaioli: la recensione

il gioiellino film caso parmalat

Recensione di Il gioiellino di Andrea Molaioli. Un gioiellino sì, ma di bigiotteria. Da pochi carati, senza pietruzze luccicanti. Questo è Il gioiellino, l’ultimo film di Andrea Molaioli, il quale ci aveva abbagliato con l’affascinante La ragazza del lago. Ispirandosi allo scandalo Parmalat, il regista confeziona una pellicola sui “trucchetti” finanziari per tenere in piedi un’azienda dei giorni nostri. Un […]

Continua a leggere

Immaturi di Paolo Genovese: la recensione

immaturi film

Recensione di Immaturi di Paolo Genovese. Molte commedie italiane degli ultimi anni sono affette da una sindrome incurabile: avere un buono spunto di fondo e non saperlo sviluppare. Immaturi di Paolo Genovese rientra in questo calderone di commedie sprecone. Perché anche in questo caso siamo di fronte ad un’idea carina, ovvero la ripetizione dell’esame di maturità di un gruppo di […]

Continua a leggere

Tu devi essere il lupo: perla dimenticata del cinema italiano – recensione

tu devi essere il lupo film

Recensione di Tu devi essere il lupo di Vittorio Moroni. Carlo, poco più di 30 anni, è un tassista che ama fotografare di nascosto i suoi clienti. Vale, 14 anni, è sua figlia, una ragazzina come tante altre. Un rapporto forte il loro, che non permette intromissioni. Ma un giorno dal Portogallo sbarca a Sondrio una donna, che potrebbe alterare […]

Continua a leggere

Una vita tranquilla: il cinema italiano è vivo – recensione

una vita tranquilla film servillo

Recensione di Una vita tranquilla di Claudio Cupellini. Ciascuno di noi ha il diritto di farsi una vita tranquilla. Anche Rosario Russo (Toni Servillo), chef cinquantenne dalla barba color fuliggine che in Germania ha messo su famiglia e gestisce un albergo-ristorante. Un giorno si presentano al bancone due ragazzi italiani, Diego ed Edoardo. Il passato bussa con prepotenza alla porta […]

Continua a leggere

Mar Nero: la bella favola d’integrazione di Federico Bondi – recensione

Mar Nero film federico bondi

Recensione di Mar Nero di Federico Bondi con Ilaria Occhini. Un piccolo capolavoro. Solo così si può descrivere Mar Nero, opera prima del giovane fiorentino Federico Bondi. Una pellicola a basso costo che ha convinto la critica tanto da acclamare alla rinascita del cinema italiano. Gemma, anziana vedova scorbutica, rigida e con il cuore indurito dalla vita, e Angela, giovane […]

Continua a leggere

Un borghese piccolo piccolo: Alberto Sordi padre vendetta – recensione

un borghese piccolo piccolo alberto sordi

Recensione di Un borghese piccolo piccolo di Mario Monicelli con Alberto Sordi Pellicola del 1977 di Mario Monicelli, Un borghese piccolo piccolo è la commedia che muta in tragedia, la ricerca di stabilità che sprofonda nel disorientamento più totale fino al cieco delirio. Alberto Sordi veste in modo magistrale i panni di un impiegato del ministero che spende la sua […]

Continua a leggere
1 6 7 8