Suburra – La serie: recensione della prima stagione

Suburra – La serie arriva in ritardo rispetto alle series sorelle “Gomorra” e le altre. Ma sa dove farsi forza e farsi forte. Poi ci ricatta e corrompe. E ci porta via con sé. Onore a Netflix e al trio di registi Placido, Molaioli e Capotondi.

Continua a leggere

Ammore e malavita dei Manetti Bros: la recensione

Sono passati esattamente vent’anni (era il 1997) da quel Tano da morire di Roberta Torre che, con un certo successo e un sentito clamore, mischiò musical e criminalità organizzata con l’aggiunta di una bella dose di kitsch e grottesco a cui (forse) non eravamo ancora abituati. L’urlo e il profumo del “mai visto” traboccavano da Tano da morire. E ci […]

Continua a leggere

Ella e John – The Leisure Seeker: recensione

ella e john the leisure seeker

Scritto da Biancamaria Majorana. Dopo il successo de La Pazza Gioia, per Paolo Virzì un altro road movie: Ella e John – The Leisure Seeker, tratto dall’omonimo romanzo di Michael Zadoorian (tradotto in italiano col titolo In viaggio contromano), presentato in concorso all’ultima Mostra del Cinema di Venezia. Stavolta, però, non sono i panorami della Versilia, tanto cari al regista […]

Continua a leggere

Hannah di Andrea Pallaoro: recensione

hannah andrea pallaoro

Scritto da Vanessa Forte. Avete mai posseduto un bicchiere di vetro infrangibile? Cadono e ricadono ma, pur con qualche graffio, resistono. Fino a quando non sono colpiti con la giusta angolazione. Allora letteralmente esplodono. Hannah di Andrea Pallaoro è un bicchiere di vetro infrangibile. Dopo aver esordito con Medeas proprio in laguna, nella sezione Orizzonti 2013, Andrea Pallaoro è tornato […]

Continua a leggere

Il colore nascosto delle cose di Silvio Soldini: recensione

il colore nascosto delle cose

“Le cose non sono tutte #ffffff o #000000”. Così recita un pannello all’entrata dell’agenzia pubblicitaria di Teo (Adriano Giannini), protagonista de Il colore nascosto delle cose, il nuovo film di Silvio Soldini. Un regista che sembra averlo capito bene sin da subito che le cose non sono o tutte bianche o tutte nere. Ma nel mezzo ci sono i colori, […]

Continua a leggere

Nico, 1988 di Susanna Nicchiarelli: recensione

nico 1988

Scritto da Biancamaria Majorana. Una voce profonda, inquietante, ipnotica ha inaugurato la sezione Orizzonti del 74esimo Festival di Venezia. La voce della “regina delle tenebre”, Christa Päffge, meglio nota al mondo (musicale e non solo) come Nico. A portarla sul grande schermo è la regista italiana Susanna Nicchiarelli con Nico, 1988, film coraggioso, girato e scritto in lingua inglese. Ma […]

Continua a leggere

Sole Cuore Amore, l’Italia in insufficienza cardiaca

sole cuore amore film

Non si può lavorare da morire, e ancor peggio non si può morire di lavoro. È questo il fulcro di Sole Cuore Amore di Daniele Vicari, un film che sferra un duro colpo alla pancia del mondo del lavoro nell’Italia di oggi. Un film che prima ti stringe a sé, come un abbraccio di chi è in cerca di conforto […]

Continua a leggere

I figli della notte: il fantasma del (grande) film che non è

i figli della notte andrea de sica recensione

I figli della notte sembra un film attraversato da fantasmi, anche se i protagonisti lo solcano in carne e ossa. Anzi, forse è esso stesso il fantasma di sè, di quel film che poteva essere ma non è. I figli della notte di Andrea De Sica, nipote di Vittorio De Sica, è un esordio che sa rimanere attaccato allo spettatore, […]

Continua a leggere

Fortunata di Sergio Castellitto: la recensione

fortunata

Una giovane madre fa la parrucchiera a domicilio, sgobbando tutti i giorni tutto il giorno col desiderio e la speranza di aprire un negozio tutto suo, dove non sarà più lei a salire le scale, ma saranno gli altri a scenderle. E questo personaggio già basta per affezionarsi a Fortunata, il nuovo film di Sergio Castellitto. Poi c’è uno psicologo […]

Continua a leggere

Tutto quello che vuoi di Francesco Bruni: recensione

tutto quello che vuoi

Lo ammetto sin da principio: sono un fan di Francesco Bruni. Scialla! nel 2011 fu un colpo di fulmine, uno sparo al cuore, nuova benzina per la commedia italiana. Non a caso, al tempo, vinse a mani basse il Controcampo Italiano del Festival di Venezia targato Marco Muller. Poi, assai più in sordina, nel 2014 è arrivato Noi 4, film […]

Continua a leggere

La ragazza del mondo di Marco Danieli: recensione

la ragazza del mondo

La ragazza del mondo di Marco Danieli è bel cinema italiano, anzi è bel cinema giovane italiano. Quindi vale di più. Perché fa ben sperare per le sorti della settima arte nostrana e di un giovane autore che con passo deciso ma non invadente apre il polmoni del grande schermo made in Italy. La ragazza del mondo è un film […]

Continua a leggere

La tenerezza di Gianni Amelio, affetti speciali e affinità elettive

la tenerezza di gianni amelio

“Dice un poeta arabo che la felicità non è una meta da raggiungere, ma una casa a cui tornare. Tornare, non andare. Non avanti quindi, ma dietro.” È grande cinema italiano La tenerezza di Gianni Amelio. Un film che avrebbe meritato la vetrina di un Festival di Cannes o di Venezia. Un regista, Amelio, che dopo l’inspiegabile e imbarazzante tonfo […]

Continua a leggere

East End di Skanf e Puccio, la recensione

east end skanf e puccio

È raro imbattersi in un film d’animazione made in Italy. Sul grande schermo abbondano prodotti d’animazione per lo più americani e qualcosa (di assoluto valore) realizzato in Giappone (si vedano le creazioni dello Studio Ghibli). Ma di italiano c’è pochissimo, se non niente. Vengono in mente solo i cartoni animati di Enzo D’Alò (La gabbianella e il gatto o il […]

Continua a leggere

Il permesso – 48 ore fuori: la recensione

il permesso 48 ore fuori

Era meglio se non glielo davano, a Claudio Amendola, il permesso di fare questo film. Perché Il permesso – 48 ore fuori, messe in salvo le buone intenzioni di partenza, è un film debole, insipido, che non morde né aggredisce mai. Su quanto sia difficile girare un film noir ne abbiamo già parlato in tanti altri post (riguardo Cha cha […]

Continua a leggere

Slam – Tutto per una ragazza, recensione

slam tutto per una ragazza

Proprio qualche settimana fa mi interrogavo sui registi italiani che da un bel po’ non vediamo sul grande schermo. E senza grossi sforzi mi è venuto in mente Andrea Molaioli, che nel 2007 ci aveva regalato quell’esordio potente e sfuggente de La ragazza del lago, seguito poi nel 2011 dall’altrettanto pungente Il gioiellino sul caso Parmalat. Due film drammatici, noir […]

Continua a leggere

In guerra per amore di Pif, la recensione

in guerra per amore

Buona anche la seconda! Anzi, pure meglio della prima! In guerra per amore di Pif è l’eccezione che smentisce la regola seconda la quale l’opera seconda è sempre inferiore all’esordio, in cui spesso si è sparato le cartucce migliori. A sorpresa il secondo lungometraggio di Pif è un piccolo grande film, a suo modo un capolavorino (detto con affetto eh!), […]

Continua a leggere

Kiss me Lorena: cinema mon amour

kiss me lorena

Prima di Boris e dei corti di Maccio Capatonda, prima dei The Jackal e dei Soliti Idioti, in principio c’era Kiss me Lorena. Correva il febbraio 2007 quando i Licaoni, gruppo comico toscano di stanza a Livorno, lanciarono Kiss me Lorena, il primo film italiano a essere distribuito con licenza Creative Commons e primo lungometraggio made in Italy messo per […]

Continua a leggere

Fai bei sogni: Bellocchio e i suoi fantasmi

fai bei sogni film

C’è una strana e tragica affinità elettiva che lega Marco Bellocchio e Massimo Gramellini, l’autore dell’omonimo libro da cui è tratto Fai bei sogni: la morte di un genitore in tenera età. All’età di nove anni Gramellini perde la madre, all’età di diciassette Bellocchio perde il padre. Deve essere stato anche questo triste e doloroso sentimento ad aver stretto l’uno […]

Continua a leggere

Goodnight Sofia di Leonardo Moro, la recensione

goodnight sofia film

Un film piccolo piccolo ma dal cuore grande grande. Il cuore di un ricordo, di una ferita, di un passato mai passato, di un presente catartico. Goodnight Sofia di Leonardo Moro è uno di quei film indipendenti nati da una necessità, dall’elaborazione di un lutto, da un bisogno che accetta di realizzarsi anche al di fuori delle solite logiche del […]

Continua a leggere
1 2 3 4 8