Alabama Monroe: il cerchio della vita in chiave bluegrass

Insieme ad Amour di Michael Haneke e La grande bellezza di Paolo Sorrentino, il più bel film europeo da vari anni a questa parte, e senza dubbio il migliore che il cinema belga abbia mai partorito. Alabama Monroe (The Broken Circle Breakdown) di Felix Van Groeningen ha l’irruenza di un ago nelle vene, di uno spillo che prima marchia la […]

Continua a leggere

Nebraska: in viaggio con papà

Un Alexander Payne ritrovato. Dopo il patetico e scialbo Paradiso amaro, Nebraska segna la ripresa di uno dei registi più apprezzati (e forse un po’ sopravvalutati) a livello internazionale. Una ripresa così evidente da poterci sbilanciare nel definire Nebraska come il suo piccolo capolavoro. Sul grande schermo la storia di un padre e un figlio, che, complice un viaggio di […]

Continua a leggere

The Grand Budapest Hotel: un trionfo di stile, colori e avventura

La più bella fuga da Alcatraz, e dalla realtà, degli ultimi anni. The Grand Budapest Hotel è un incanto per i nostri occhi e per il cinema tutto. Wes Anderson ci regala senza dubbio il suo film più riuscito, massima espressione di uno dei registi più originali e registicamente definiti dal Duemila ad oggi. Una regia così inconfondibile è riscontrabile […]

Continua a leggere

The Wolf of Wall Street vs Dallas Buyers Club

the wolf of wall street film scorsese

Alla luce delle nomination all’Oscar 2014 per il miglior attore, la lunga sequenza iniziale di The Wolf of Wall Street ha del profetico, beffardo e maledetto. Pochi minuti in cui Matthew McConaughey sembra già mettere in discussione quella benedetta statuetta dorata per il collega e amico Leonardo DiCaprio. Una sfida aperta, senza dubbio la parte più succulenta della serata degli […]

Continua a leggere

Giovane e bella: sesso e adolescenza per lo psicologo Ozon

film giovane e bella di francois ozon

Una soggettiva “a portata di binocolo”, lo sguardo del fratellino che spia l’affascinante sorella prendere il sole in topless. Così si apre Jeune et jolie (Giovane e bella) del voyeur Francois Ozon che, dopo aver indagato in Dans la maison il piacere di scrivere e di leggere, torna ora su un tema assai caro sin dagli esordi: il piacere di […]

Continua a leggere

La vita di Adele: amore e carne nel capolavoro di Abdellatif Kechiche

bacio tra ragazze in La vita di Adele di Abdellatif Kechiche

Alla domanda “Come stai?”, nella prima parte del film, Adele schiva la risposta con un “E tu?”. E’ ancora una bambina, non sa bene cosa prova, cosa vuole, chi è. Lascia la domanda insoluta come in attesa di una svolta che possa permetterle di rispondere con pienezza. Alla fine del film, tra quadri che la ritraggono nuda e divina e […]

Continua a leggere

Dial M for Murder: Hitchcock e quel delitto (quasi) perfetto in 3D…

poster di Dial M for murder di Hitchcock

Correva l’anno 1953 e Alfred Hitchcock definì il 3D come “a nine-day wonder”, ovvero un “fuoco di paglia”. Già sessant’anni fa il maestro del brivido aveva intuito come il 3D sarebbe stata una moda passeggera, che, se non sfruttata con una forte idea in testa, si sarebbe presto eclissata. Nel giro di pochi mesi Hollywood ne fece un uso eccessivo, […]

Continua a leggere

Rush: il lato epico di una storia vera

film Rush di Ron Howard

“Metto in conto il 20% di possibilità di morire, di più non lo accetto” ripete continuamente il saggio e disciplinato Niki Lauda interpretato da Daniel Bruhl. Per Ron Howard invece, nel girare un film sul memorabile antagonismo Hunt-Lauda, la percentuale di rischio d’uscire fuori strada era assai maggiore. Poteva sbandare a destra verso uno sterile “biopic di coppia” o cappottarsi […]

Continua a leggere

Philomena: il capolavoro di Stephen Frears

philomena film di stephen frears

“Chi sta in prima classe non è detto sia da prima classe”. Questa la perla di saggezza regalata da Philomena a Martin in viaggio aereo verso gli USA. E Stephen Frears lo è, di prima classe. Proprio come il suo film. E giù applausi scroscianti al PalaBiennale per il suo Philomena. Sul grande schermo una storia vera, di “vita vissuta”, […]

Continua a leggere

Gravity: stiloso e tronfio “2013 – Odissea nello spazio”

gravity film nello spazio

Tanto sublime il piano sequenza iniziale quanto tronfia la scena finale. Gravity di Alfonso Cuaron si muove tra questi due estremi, sineddoche dell’apice e del punto morto inferiore di un film sci-fi che di fantascienza ha ben poco, solo l’ambientazione galattica, mostrandosi più come un film di sopravvivenza ambientato al di là dell’atmosfera. L’apice è la regia di Cuaron. Ma […]

Continua a leggere

La grande bellezza: il vero capolavoro di Paolo Sorrentino

toni servillo ride e fuma ballando la colita in La grande bellezza

E’ tutto sedimentato sotto il chiacchiericcio e il rumore, il silenzio e il sentimento, l’emozione e la paura… Gli sparuti incostanti sprazzi di bellezza. E poi lo squallore disgraziato e l’uomo miserabile.” Pochi versi per una sorta di poesia crepuscolare che impasta e addensa, con marcate allitterazioni, concetti sferzanti e vaghi, che alludono al vuoto e al pieno della vita, […]

Continua a leggere

Il grande Gatsby: Baz Luhrmann tra sfarzo e raffinatezza

dicaprio brinda alla salute ne il grande gatsby

No Gatsby, no party! E con un hitchcockiano effetto Vertigo la Signoria Vostra, accompagnata dal rampante scrittore Nick Carraway, è invitata ad entrare nel magico mondo del grande J. Gatsby, nella sua casa galante sede di sciccose feste vip e di un amore disperatissimo. Ma se Gatsby è il “padrone di casa”, allo stesso tempo la sua reggia è come […]

Continua a leggere

Spring breakers: acido divertissement firmato Harmony Korine

james franco nel film Spring Breakers

Faith, Candy, Brit e Cotty. Nomi da Bratz che celano quattro bad girls disposte a tutto pur di concedersi un viaggetto in Florida. Armate di pistole ad acqua, rapinano un ristorante, ma finiscono presto a gabbio. A liberarle ci pensa il viscido e intrigante Alien, criminale e rapper che le condurrà sulle vie della violenza, in un vortice schiumoso di […]

Continua a leggere

Zero Dark Thirty. Mezzanotte (e mezzo) di fuoco

Jassica Chastain nel film Zero Dark Thirty

In gergo militare Zero dark thirty significa mezzanotte e mezzo, ovvero l’ora in cui è più buio e si è certi di non essere visti. Questa fu l’ora x nella quale prese il via l’incursione armata che condusse alla cattura del più pericoloso terrorista al mondo: Osama Bin Laden. Un titolo che inquadra tutto l’ultimo macro-capitolo del film. Ma a […]

Continua a leggere

Il caimano: riflessioni a margine di uno spettatore recidivo…

il caimano

Quanto segue non è una recensione, ma “solo” una breve riflessione sul film dopo averlo rivisto – e sarà la terza o quarta volta – qualche sera fa in tv … Il caimano, ovvero la tragedia di un uomo ridicolo. Ma chi: Bruno Bonomo o Silvio Berlusconi? E’ su questo doppio binario, tra cinema e vita, fiction e (triste) realtà, […]

Continua a leggere

Amour: il colpo basso di Michael Haneke

Amour è un film che ti sfonda sin dalla sequenza iniziale, con quella esile porta fracassata da un ariete della polizia che ci conduce senza preavviso in un dramma consumato e ancora vivo. Poi si volta pagina: tutti a teatro. Georges e Anne si godono il concerto del loro più promettente pupillo al pianoforte. Michael Haneke con amour realizza il […]

Continua a leggere

007 Skyfall: James Bond reloaded

007 anno zero. Sam Mendes resetta 50 anni di storia cinematografica dell’agente segreto più famoso al mondo e dà il via ad un nuovo corso. Skyfall: due ore e mezza tese, avvincenti, rudi, spettacolari (ma mai verso quel troppo iperbolico alla Mission Impossible) e un colpo di scena con scacco matto alla “regina” che lascia a bocca aperta e antenne […]

Continua a leggere

Argo: quando la magia del cinema abbindolò l’inviolabile Teheran

Lo schema del finto che si fa realtà agli occhi dell’opinione pubblica lo avevamo già visto in Sesso e potere (Wag the dog) di Barry Levinson. Ma se questo raccontava di una guerra contro l’Albania inventata per distogliere l’attenzione da uno scandalo sessuale con protagonista il presidente Usa a pochi giorni dalle elezioni, Argo racconta di un’epica e sofferta fuga […]

Continua a leggere

Reality: il Grande Garrone

Panoramica su una Napoli nebbiosa e sterminata che si piega, (s)torce e plana su una carrozza dorata e rosso porpora in pieno stile artigianale Luigi XVI che trotta nel traffico appisolato partenopeo. Destinazione è una stradina che conduce ad una villa da favola: la Sonrisa. E una colonna sonora onirica (opera di Alexandre Desplat, The Tree of Life, Ruggine e […]

Continua a leggere

La sposa promessa: la recensione

La sposa promessa

Questo matrimonio (non) s’ha da fare. Forse. Intorno a questo spunto si snoda La sposa promessa dell’israeliano Rama Burshtein in concorso a Venezia 69. Protagonista è Shira, diciottenne desiderosa di sposarsi in un mondo nel quale i matrimoni sono ancora combinati dai genitori. Ma la morte della sorella Esther, al nono mese di gravidanza, mette in crisi i piani della […]

Continua a leggere
1 3 4 5 6 7 8