Nico, 1988 di Susanna Nicchiarelli: recensione

nico 1988

Scritto da Biancamaria Majorana. Una voce profonda, inquietante, ipnotica ha inaugurato la sezione Orizzonti del 74esimo Festival di Venezia. La voce della “regina delle tenebre”, Christa Päffge, meglio nota al mondo (musicale e non solo) come Nico. A portarla sul grande schermo è la regista italiana Susanna Nicchiarelli con Nico, 1988, film coraggioso, girato e scritto in lingua inglese. Ma […]

Continua a leggere

The Founder di John Lee Hancock: la recensione

the founder

Alzi la mano chi non conosce McDonald’s: tanto amato quanto odiato, è sicuramente uno dei brand più conosciuti del pianeta, un simbolo della cultura di massa e del capitalismo occidentale. Ma quanti conoscono la sua genesi? Ecco quindi The Founder. San Bernardino, sud della California, fine anni ’50. Raymond Kroc (Michael Keaton) è un piazzista di frullatori ad uso professionale […]

Continua a leggere

Allied – Un’ombra nascosta: la rinascita di Zemeckis

allied un'ombra nascosta

Allied – Un’ombra nascosta segna il grande, inaspettato, ritorno di Robert Zemeckis. Dopo oltre dieci anni di parabola sempre più discendente e scarna di personalità, con film in computer grafica come Polar Express (2004), La leggenda di Beowulf (2007)e A Christmas Carol (2009), seguiti da pellicole più “reali” ma deludenti come Flight (2012) e The Walk (2015), il regista statunitense […]

Continua a leggere

Neruda di Pablo Larrain: caccia al Pablo

neruda pablo larrain

Pablo Larrain continua ad indagare il suo Cile. Se con i precedenti Tony Manero (2008), Post Mortem (2010), No – I giorni dell’arcobaleno (2012) e Il club (2015) affrontava e ripercorreva i nodi della sua terra natia in modo potremmo dire “indiretto”, passando tramite la mediazione di un personaggio (più) comune (in Post Mortem la personalità di Allende è solo […]

Continua a leggere

Florence: Meryl Streep (in)canta.

florence foster jenkins film

La bellezza sta nell’orecchio di chi ascolta. Se poi sottobanco passa di mano anche una piccola bustarella, allora tutto sembra ancor più intonato. È quello che ha fatto negli anni Quaranta l’attore e manager teatrale St. Clair Bayfield per far sembrare agli occhi del mondo la moglie ed ereditiera newyorkese Florence Foster Jenkins, donna d’indubbie limitate qualità canore, una cantante […]

Continua a leggere

Elvis e Nixon: a little less conversation.

elvis-e-nixon

Ci sono incontri storici. Poi ci sono incontri segreti. E poi ancora incontri storici segreti. Uno di questi è quello tra Elvis Presley e Richard Nixon avvenuto nel dicembre del 1970. Un faccia a faccia tra due pesi massimi che ha così dell’incredibile da essere verissimo. Elvis e Nixon, diretto con brio da Liza Johnson, è innanzitutto un film d’attori, […]

Continua a leggere

Il più grande sogno di Michele Vannucci: recensione

il più grande sogno film

E’ possibile cambiare il proprio destino? E’ possibile dare un nuovo inizio e una nuova direzione alla propria vita? E’ ciò che si e ci domanda Michele Vannucci nel suo film d’esordio, Il più grande sogno, presentato a Venezia 2016 nella sezione Orizzonti. Tutto è cominciato con il cortometraggio Una Storia Normale, dove per «normalità» si intende la vita ai […]

Continua a leggere

Hacksaw Ridge di Mel Gibson: la recensione

hacksaw ridge

Bisogna ammettere che Mel Gibson è coraggioso. Approdato fuori concorso alla 73esima Mostra del Cinema di Venezia, presenta il suo quinto lungometraggio: Hacksaw Ridge. E’ la storia di Desmond T. Doss, un Andrew Garfield perfetto nell’unire gentilezza e risoluzione, nei panni di un soldato volontario che si rifiuta di imbracciare il fucile. Subirà così prima l’ostruzionismo dell’esercito. Poi, dopo aver […]

Continua a leggere

On the Milky Road di Emir Kusturica: la recensione

on the milky road

Sono passati otto anni dall’ultimo film di Emir Kusturica. Si trattava del suo Maradona, uscito praticamente in contemporanea col mediocre Promettilo!. Otto anni non sono pochi. Anni in cui il regista serbo ha cercato una nuova chiave per il suo ultimo sforzo creativo, On the Milky Road, presentato in Concorso al 73esimo Festival di Venezia. Una chiave trovata marcando come […]

Continua a leggere

Jackie di Pablo Larrain: la recensione

C’è una scena in Jackie di Pablo Larrain che è sineddoche e icona della grandezza di tutto il film (e del cinema del regista cileno): Jackie (Natalie Portman) sale in auto per avviare il corteo funebre, la mdp la riprende in primo piano e sul riflesso del finestrino vediamo tutto il popolo accorso per la triste occasione “prelevato” da immagini […]

Continua a leggere

Era d’estate di Fiorella Infascelli: la recensione

era d estate fiorella infascelli

La scuola delle Annales di Febvre e Bloch c’ha insegnato che sotto alla Storia delle grandi date, dei grandi eventi e dei grandi personaggi pubblici scorre, sottotraccia, anche la storia più intima delle persone. E che anch’essa concorre a rassodare e dissodare la Storia. Era d’estate di Fiorella Infascelli in un certo senso sposa gli approcci della nouvelle histoire, mostrandoci, […]

Continua a leggere

L’ Universale: nostalgia canaglia.

L' universale film

“Ho un’amica: Miss Nostalgia. Non voltarti, non voltarti”. Così cantano gli Stadio nella loro ultima canzone, da pochi giorni affacciatasi sulle frequenze radiofoniche. Protagonista la nostalgia (canaglia), una signorina che rimane sempre giovane e sempre sensuale, capace di richiamarci al passato, fino a farci guardare indietro. Ma il trucco, per non rimanerci fregati, sta proprio lì: nel non voltarsi. E […]

Continua a leggere

Zona d’ombra, la recensione

Zona d'ombra Will Smith

Recensione del film Concussion – Zona d’ombra, sorta di anomalo biopic su un “illustre sconosciuto”: il dottor Bennet Omalu. Ad interpretarlo uno statuario Will Smith, grande escluso alla corsa agli Oscar 2016 nella categoria Miglior attore protagonista. Ci sono eroi che passano in sordina. Eroi che faticano a spiccare. Che non salgono agli onori della cronaca, se non quelli di […]

Continua a leggere

Veloce come il vento: la recensione

Veloce come il vento

Non ricordo grossi film italiani sulle auto da corsa. E questo è già il primo pregio di Veloce come il vento di Matteo Rovere. Di essere diverso, inusuale, e per questo originale nel panorama del cinema made in Italy.  Nella patria dei circuiti di Imola e di Monza, della Ferrari e della Lamborghini, Veloce come il vento ci sta come […]

Continua a leggere

La macchinazione: in morte del profeta Pasolini

la macchinazione

“In verità vi dico che uno di voi mi tradirà. Colui che ha intinto con me la mano nel piatto mi tradirà”. C’è qualcosa di cristologico nel Pasolini interpretato da Massimo Ranieri nell’atteso La macchinazione di David Grieco. Ed è chiaro sin dai titoli d’inizio, da quello schizzo/affresco a carboncino di una feroce fustigazione ai danni di una vittima appesa […]

Continua a leggere

Il ponte delle spie: Schindler nella Guerra Fredda (di oggi)

il ponte delle spie tom hanks

Il ponte delle spie di Spielberg è uno dei film più importanti del 2015, denso di cinema, moralità e senso civile in un’epoca, la nostra, in cui non ne respiriamo mai abbastanza. “Ogni uomo è importante”. È con questa frase che il personaggio dell’avvocato James B. Donovan indossa i panni del nuovo Schindler, perfettamente a suo agio, attuale e necessario […]

Continua a leggere

Freeheld – Amore, giustizia, uguaglianza: la recensione

freeheld film

Freeheld – Amore, giustizia, uguaglianza di Peter Sollett, con Julianne Moore e Ellen Page, ha sin da subito, prima che ci sediamo sulla poltroncina, quattro validi elementi che inquadrano la sua possibilità di riuscita. Dallo sceneggiatore di Philadelphia (1993). Questo ci dice immediatamente il trailer del film. E questo già ci basta come mezza garanzia di qualità. Se a questo […]

Continua a leggere

Io sono Ingrid: Ingrid Bergman donna libera ed emancipata

Io sono Ingrid - Ingrid Bergman

Io sono Ingrid di Stig Björkman è un pregevole documentario su una delle più grandi attrici di tutti i tempi: Ingrid Bergman. Un documentario che gira la macchina da presa sul suo essere donna più che attrice, Ingrid più che Ingrid Bergman. Io sono Ingrid, firmato dallo svedese Stig Björkman e realizzato in occasione del centenario della nascita dell’attrice, è […]

Continua a leggere

Amy The girl behind the name: la recensione

Amy - The girl behind the name

Amy The girl behind the name, diretto da Asif Kapadia, già vincitore del premio BAFTA con Senna (il film dedicato al celebre pilota di Formula Uno), è un documentario che non ha nulla di speciale. Ma emoziona. E questo è quanto basta. Amy The girl behind the name, procedendo con fare lineare, cronologico, privo di alcuna invenzione visiva, giustappone immagini […]

Continua a leggere

The Danish Girl di Tom Hooper: la recensione

the Danish Girl

Tom Hooper è l’uomo dei Premi Oscar. Quelli prepensati, fabbricati ad arte, laccati (e leccati) in oro dall’Academy. Così è stato per Il discorso del re (quattro statuette tra cui miglior film e miglior regia) nel 2011 e per Les Misérables (tre statuette) nel 2013. E così sarà per The Danish Girl, ennesima pellicola realizzata ad hoc per incassare trofei […]

Continua a leggere
1 2 3 4