Volevo nascondermi di Giorgio Diritti: recensione film

volevo nascondermi

“Volevo nascondermi” è un nuovo tassello nel cinema di Giorgio Diritti che sin dagli esordi è (in)centrato sul tema del linguaggio. Il linguaggio come lingua, espressione, ma anche dialogo che va oltre la dimensione verbale, quella che traduce il pensiero in parole. Dialogo che, a livello sociale, si traduce in società, integrazione, isolamento.

Continua a leggere

La nave sepolta: recensione film con Carey Mulligan su Netflix

la nave sepolta

Un film solido, dall’impianto classico, forse anche un po’ retrò, ma proprio qui sta il suo punto di forza. Un film lineare, dove tutto è chiaro, che pare provenire dal passato, come da un tempo sepolto, appunto, proprio come la nave nascosta sotto i terreni della signorina Pretty.

Continua a leggere

Sfida al presidente – The Comey Rule: recensione miniserie

sfida al presidente the comey rule

Recensione di Sfida al presidente – The Comey Rule. Eminenza grigia e patriota, colluso e puro, deus ex machina e vittima del sistema. James Comey, direttore dell’FBI, è l’esempio di chi rimane incastrato nel tritacarne del sistema politico, americano in questo caso, ma in realtà tutto il mondo è paese. Un buono che doveva catturare i cattivi che si ritrova […]

Continua a leggere

Mank di David Fincher: recensione film su Netflix

Mank film netflix

“Mank” non è solo un biopic, ma una riflessione più ampia sul cinema, su quella macchina che racconta storie e regala sogni, anzi ricordi, come sottolinea il capo della MGM, Louis Mayer, perché ciò che lo spettatore acquista col biglietto rimane della casa di produzione.

Continua a leggere

Mi chiamo Francesco Totti: il trionfo di un numero 1(0)

Mi chiamo Francesco Totti

Un grande documentario sul calcio e su un calciatore più unico che raro. Il racconto segue un andamento canonico e Totti, come in un lungo flashback, anzi più un rewind, racconta tutta la sua carriera, dai primi calci ad un pallone nel cortile della scuola allo scudetto della Roma, dai mondiali del 2006 al ritiro definitivo dal campo di gioco.

Continua a leggere

Ferro: recensione del documentario su Tiziano Ferro su Prime Video

documentario su tiziano ferro

Il documentario su Tiziano Ferro è un’opera di grande intensità e di grande sentimento, dove l’icona della musica pop si mette a nudo, raccontando tutta la verità su se stesso, sul suo passato, sul coming out riguardo la sua omosessualità (per troppo tempo nascosta al mondo), sulle grandi sofferenze vissute lontano dalle luci della ribalta.

Continua a leggere

Richard Jewell di Clint Eastwood: sbatti l’eroe in prima pagina

Richard Jewell

Dopo “Invictus”, “J.Edgar”, “American Sniper”, “Sully” e “Ore 15:17 – Attacco al treno”, un nuovo ritratto in quella fitta galleria di persone/personaggi che contraddistingue la filmografia dell’ultimo decennio, da regista, di Clint Eastwood.

Continua a leggere

Bombshell – La voce dello scandalo: bomba o non bomba?

bombshell film

“Bombshell” non è la bomba evocata dal titolo. O meglio, è un ordigno con una potenza esplosiva davvero notevole, ma che rimane inespressa, implosa, come una miccia bagnata che non fa divampare la scintilla. E il vero problema non sta tanto nella sceneggiatura di Charles Randolph, quanto nella regia di Jay Roach.

Continua a leggere

The Report: indagine sulla CIA al di sopra di ogni sospetto

The Report film amazon

Perseguire il bene perpetrando il male. È forse uno dei non-sense più noti e ricorrenti nella storia del mondo, civilizzato e animale. Una sorta di distorto imperativo categorico che, nella società “evoluta” dai primi del Novecento ad oggi, ha trovato altisonanti e bieche incarnazioni.

Continua a leggere

I due papi: l’umana santità dei pontefici di Meirelles

i due papi film

Due momenti in particolare la dicono lunga sullo spirito libero con cui Meirelles ha tratteggiato “I due papi”: l’inserimento di “Dancing Queen” degli Abba nella scena delle votazioni nel conclave e quello di “Bella Ciao” in un flashback sulla vita di Papa Bergoglio.

Continua a leggere

The Irishman: l’opera definitiva di Martin Scorsese (?)

the irishman con al pacino e robert de niro

Ci sono film che segnano la storia del cinema ancora prima di essere visti. È un privilegio che spetta a pochi. “The Irishman” è tra questi eletti. E il segno che lascia una volta finita la visione è ancora più forte, duraturo, incisivo dell’impronta impressa dalla sua lunga attesa.

Continua a leggere

Outlaw King – Il re fuorilegge: recensione film su Netflix

Outlaw King – Il re fuorilegge

Non si può certo dire che David Mackenzie manchi di coraggio. Prendere le mosse dagli eventi narrati nella sequenza finale di “Braveheart” di Mel Gibson, e quindi in un certo senso esserne il sequel, è un rischio di non poco conto. Ma “Outlaw King” ne esce a testa alta.

Continua a leggere

Tutto il mio folle amore di Gabriele Salvatores: recensione

Tutto il mio folle amore

Se esistessero più registi come Gabriele Salvatores, il cinema italiano sarebbe un “posto” più bello. Questo è poco ma sicuro. E ce ne dà conferma “Tutto il mio folle amore”, che prende le mosse dal romanzo “Se ti abbraccio non aver paura” di Fulvio Ervas.

Continua a leggere

Seberg di Benedict Andrews: la recensione del film

seberg film

Jean Seberg è stata una grande attrice francese attiva tra gli anni ‘50 e ‘60, musa della Nouvelle Vague e protagonista di una vita piuttosto breve ma sufficientemente tormentata. “Seberg” di Benedict Andrews non è il classico biopic sulla vita dell’attrice.

Continua a leggere

Il traditore: Bellocchio e Favino non tradiscono

Il traditore di Bellocchio su Buscetta

“Il boss dei due mondi”. Non l’eroe. Perché di eroe non si può parlare. Mafioso terrificante, gangster di ispirazione e aspirazione americana, un vero duro e puro, fino al tradimento, fino alla latitanza oltranzista. E’ Tommaso Buscetta, l’ago che ha fatto sbilanciare gli equilibri di Cosa Nostra.

Continua a leggere

BlacKkKlansman di Spike Lee: la recensione

blackkklansman film di spike lee

“Negro”. Questo il termine più ricorrente in “BlacKkKlansman”. L’ultimo film di Spike Lee è un vero cazzotto nello stomaco, un’opera incazzata e cazzuta che ci racconta un episodio di ieri, tratto da una storia vera, per parlarci dell’oggi. Un grande film. Spike Lee è tornato, ispiratissimo, in piena forma.

Continua a leggere

Bohemian Rhapsody: the Queen is dead… long life to the Queen!

bohemian rhapsody film

Biopic su Freddy Mercury e i Queen, “Bohemian Rhapsody” narra la storia della leggendaria band inglese dagli esordi nel 1970 fino alla celebre esibizione al Live Aid del 1985. Film molto atteso e di enorme successo, non è purtroppo un’opera riuscita, bensì piatta, ingenerosa e superficiale sotto vari aspetti.

Continua a leggere

Van Gogh – Sulla soglia dell’eternità: ritratto d’artista | recensione

Van Gogh - Sulla soglia dell'eternità

Un artista che racconta un altro artista. Un incontro di arti, tra ieri e oggi, dove la pittura trova nuova vita e luce nel cinema. Julian Schnabel, dopo il deludente “Miral” del 2010, ritrova l’ispirazione del pittore illuminato per un film dedicato ad uno dei più grandi pittori di sempre: Van Gogh.

Continua a leggere

22 Luglio di Paul Greengrass: la recensione del film su Netflix

22 Luglio di Paul Greengrass

“22 Luglio” di Paul Greengrass narra della mattanza, 80 morti e più di 200 feriti, avvenuta il 22 luglio 2011 in Norvegia per mano di un estremista di destra xenofoba (Anders Danielsen Lie) contro coloro che egli definiva “marxisti, liberali e membri dell’élite”.

Continua a leggere
1 2 3 5