Cinema 2 Day: la rovina del cinema. Ecco perché sono contrario.

cinema 2 dayE allora continuiamo a farci del male. E mandiamo il cinema in malora. Sì perché è stata prorogata la funesta iniziativa del Cinema 2 Day, la quale offre film a 2 euro ogni secondo mercoledì del mese. Sarà così ancora per tre mesi, nelle seguenti date: 8 marzo, 12 aprile e 10 maggio.

Proroga che, nell’aria da tempo e prevedibile come un film scritto male, mi dà la possibilità di esprimere finalmente tutto il livore che ho e covo dentro verso quest’iniziativa fin dalla sua “prima apparizione”.

Cinema 2 Day è in tutto e per tutto un falso positivo. Tutti (ma chi poi per davvero?) esultano per i risultati raggiunti, alla faccia degli esercenti e del cinema. Tutti a dire: tanta gente in sala, tanti film visti, tanta voglia di riscoprire la magia del grande schermo. Falso! Cinema 2 Day è l’ennesima pagliacciata che ci fa credere che va tutto bene quando invece non è così. In un mese ci sono 30 giorni e non è che se per un giorno tanta gente va al cinema allora possiamo gioire!

Cinema 2 Day è una grossa marchetta, uno spot per il governo “bello e bravo”, nel quale lo spettatore si ritrova ad essere una pedina sullo scacchiere di una proposta che non può rifiutare, ovvero entrare al cinema con soli 2 euro.

La magagna c’è sin dallo spot, che recita: “Riscopri il fascino di vedere il cinema al cinema ogni secondo mercoledì del mese”. Ergo aspettate il secondo mercoledì del mese per andare al cinema, magari vi sparate anche due film uno di seguito all’altro, ma disertate le sale tutti gli altri giorni, perché tanto non ne vale la pena di spendere 6 o 8 euro per un film che poi potete pagare meno della metà! È questo quello che sotto sotto ci dicono e di conseguenza il nostro cervello recepisce.


Cinema 2 Day è un’iniziativa fatta con i piedi. Perché parliamoci chiaro: già da decenni tutti i mercoledì di ogni mese il biglietto al cinema è a prezzo ridotto. Quindi perché andare a toccare proprio il mercoledì? Con un minimo di lume avrebbe avuto senso scegliere il lunedì come giorno eletto, giorno che per definizione, da che mondo è mondo, è il più desertico in termini di poltroncine occupate. E poi perché 2 euro? Non si poteva fare almeno 4 euro? Voglio dire, la gente sarebbe andata al cinema ugualmente. E questo senza considerare che ogni sala, dalla più piccola e indipendente alle catene dei multiplex, già fa le proprie tessere promozionali, film scontati e quant’altro per fidelizzare i propri spettatori.
Oppure perché non applicare questa proroga solo per i due mesi estivi di luglio e agosto, quando i cinema sono dimenticati da tutti? Già, che illuso, dimenticavo che vincere facile è troppo più comodo!

Cinema a 2 euro significa svendere l’arte. Sì, perché non dobbiamo dimenticarci che il cinema, prima che un intrattenimento e uno svago, è un’arte, la settima arte. E come tutte le arti merita di essere pagata. Per caso andate a teatro a 2 euro? Oppure andate in un museo a 2 euro? O ancora più semplicemente, lasciando fare gli ambiti artistici, andate a mangiare fuori la sera a 2 euro? No, tutto costa, merita di costare e di essere pagato quanto deve. Anche perché il cinema è un’industria grossa fatta di tanti ingranaggi, una “filiera” nella quale c’è il produttore, chi fa il film, il distributore e l’esercente. Già l’esercente, che proprio come il cinema e noi spettatori è considerato un po’ l’ultima ruota del carro. Peccato che sia proprio quella ruota a dover “ripagare” tutto il resto. La storia del cinema è piena di film costosi che non hanno ripreso i soldi spesi a causa di bassi incassi al botteghino. Due esempi a caso: Il Gattopardo (1963) di Luchino Visconti e Sodoma e Gomorra (1962) di Robert Aldrich. Ecco, immaginate se al tempo ci fosse stato il cinema a 2 euro (fate voi la conversione in lire per l’epoca!)… la buca economica sarebbe stata ancora più grossa!

Insomma, Cinema 2 Day è personalmente una vergogna. Iniziativa che, come uno slogan di governo, preferisce l’apparire all’essere, dimenticando che il cinema non è in (s)vendita.

Vota il post 1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (voti 10, media-voto: 1,80/5,00)

Loading... … e lascia un commento!

Cinema 2 Day: la rovina del cinema. Ecco perché sono contrario. ultima modifica: 2017-03-02T13:01:18+00:00 da Tommaso Tronconi


12 commenti su “Cinema 2 Day: la rovina del cinema. Ecco perché sono contrario.

  1. Maurizio
    2 marzo 2017 at 16:30

    Ognuno vede ciò che interessa…. Ma allora dovrebbero essere eliminati i “sottocosto” nei supermercati e nei grandi negozi di elettrodomestici, dovrebbero essere abolite le compagnie aeree low cost, groupon e i suoi fratelli dovrebbero essere messi al bando ecc… Ecc…
    Purtroppo per l’economia mondiale internet ha aperto una sorgente di “offerta” di qualsiasi bene e servizio che la domanda non riesce ad assorbire. Questo provoca lo svilimento di qualsiasi prodotto, l’impoverimento generale di molti e l’arricchimento di pochi….

    1. 2 marzo 2017 at 16:51

      Maurizio scusa, ma tutto questo cosa c’incastra? Non puoi generalizzare e fare di tutt’erba un fascio. Benissimo tu sia o non sia d’accordo con quanto scritto, ma cerchiamo di rimanere sul tema e non partire per la tangente. grazie

      1. Maurizio
        2 marzo 2017 at 19:02

        Non credo di essere partito per la tangente, ho solo espresso un parere dal punto di vista prettamente economico, dato che il 2 day è stato fatto appositamente per far aumentare il numero dei fruitori di uno spettacolo (consumatori). E’ stata fatta un’operazione decisamente commerciale: mettere un bene fruibile dietro al pagamento di un corrispettivo (il film) ad un valore che non è il suo, esattamente come come un elettrodomestico sottocosto…. Io non sono daccordo con questo tipo di politica, in nessun campo, in quanto viene svilito il valore del bene stesso e lentamente tutto questo va a discapito della qualità di qualsiasi bene o servizio si parli!!! Sta accadendo con il lavoro delle persone, con il cinema, con gli alimenti con l’abbigliamento purtroppo siamo all’interno di un sistema che avrà bisogno di tempo per ritrovare un equilibrio!

        1. 2 marzo 2017 at 19:17

          Su questo devo darti ragione.

  2. 2 marzo 2017 at 16:34

    il Cinema a due euro porta al Cinema delle BESTIE ! Ricordo gli esercenti di una multisala (che ha chiuso!!) che mi disse di avere fatto male a mettere i film i lunedì a 2 euro. parlo di anni fa, parlo di una iniziativa privata. SONO SCESI GLI UNNI DAI MONTI disse…… perché è pur vero che bisogna incentivare gli spettatori, ma questo è troppo. E non ci vado il mercoledì a 2 euro semplicemente perché c’è la fila fino alla strada!! Solo una volta, per sbaglio, ci sono andato e mi accorsi di non avere MAI VISTO QUELLE FACCE in anni di frequentazione del Cinema, improvvisamente mi vidi a fianco dei PEDDIZZONI entusiasti di avere speso 2 euro ma non sapevano nemmeno cosa vedere!!! BASTA ESSERCI!!!! Cioè CULTURA CINEMATOGRAFICA ZERO!!!! PURO CONSUMISMO, della serie “non so che fare, vado a spendere 2 euro al Cinema”. Ma RISPETTO PER GLI ALTRI SPETTATORI E PER I LOCALI, ZERO!! BAGNI LASCIATI PEGGIO DI UNA STALLA!!!!

    1. 2 marzo 2017 at 16:54

      Sì, purtroppo quello che racconti è vero, è successo pure a me di vedere cose simili. A 2 euro “torna” al cinema gente che non ci mette piede da anni. Gente che ho sentito dire “non me lo ricordavo così il Cinema XXX, era diverso!”. Questo dimostra che Cinema 2 Day è un’iniziativa che non porta nessun valore aggiunto al cinema (anzi!) e non fidelizza nè sensibilizza il pubblico verso il grande schermo.

  3. 3 marzo 2017 at 13:33

    Non sono del tutto d’accordo. Credo che il cinema a 2 euro attiri per la maggiore gente che tendenzialmente non è abituata ad andare in sala. Chi già è abituato a frequentare il cinema dubito guardi troppo a questa giornata promozionale, ci va a prescindere. Anche perché, come hanno notato altri, le sale si riempiono di personaggi che vanno lì giusto perché costa poco, e non perché veramente interessati a godersi il film. Se ne parlava in questo blog http://ilnuovosfondoblu.blogspot.it/2017/02/cinema-e-i-morti-di-fame-di-quelli-del.html

    Le mie però sono solo impressioni. Bisognerebbe andare a spulciare i dati reali sui risultati dell’iniziativa. Io comunque ci sono stato soltanto una volta al cinema a 2 euro, verso l’inizio, e già c’era molta gente. Ora penso sia quasi impossibile riuscire ad entrare e trovare un posto decente (sì, sono uno di quelli che vuole il posto bello centrale e in alto), quindi lo evito.

    CervelloBacato

    1. 3 marzo 2017 at 15:15

      Come anche hai detto tu, le sale quel dannato mercoledì si riempiono di personaggi discutibili, non abituati ad andare in sala. Ergo, che guadagno ci fa il cinema? Per due miseri euro in cassa in più si ritrova gente che fa casino, sporca, non ha un vero motivo per essere lì e soprattutto non tornerà più al cinema per mesi. Quindi il “ritorno” dell’iniziativa è nullo. I numeri parlano di un successone, ma se guardiamo dietro ai numeri è un disastro.

  4. Vincenzo
    8 marzo 2017 at 19:25

    fammi capire, Logan all’uci di Casoria, di sabato in 2d a 9,50€ perchè “top film” la vedi una bella cosa? Anche per me il 2€ day è una stronzata.. ma almeno dovrebbe servire per far capire che il pubblico, ad un prezzo più ragionevole, preferirebbe il cinema allo streaming pirata, altrimenti che pirata sia, sopratutto oggi, che è anche hd.

    1. 8 marzo 2017 at 20:09

      Premesso che oramai ogni cinema, che sia il piccolo indipendente o l’enorme multiplex, hanno tessere e promozioni per biglietti scontati ad ogni età, il punto della questione sta nel significato di “prezzo più ragionevole”. Personalmente 2 euro non è una cosa ammissibile. E di certo coi 2 euro non ci combatti lo streaming pirata. Se poi, cmq vada, lo preferisci al grande schermo, fai pure (anche in hd)!

  5. Elisa
    10 aprile 2017 at 22:54

    Che questa sia una mera promozione commerciale e non artistica si capisce… che si potrebbe fare il lunedì o nel periodo estivo non sarebbe male… ma il problema non è che la gente va poco al cinema perché non gli piace… probabilmente non gli piacciono i film in programmazione… o il prezzo del biglietto è troppo caro? Anch’io se riesco vado auando costa meno, ma io sono disposta anche a pagarlo intero, un film che mi piace… sono d’accordo con te che l’arte ha un costo e va pagata. Ma non accetto certo aumenti, nonostante aumentino anche gli spot pubblicitari, ormai cerco di evitare i multisala, anche se le poltrone sono più comode… credo che gli aumenti che ci sono stati in auesti anni siano esagerati.
    Io non aspetto la giornata a due euro per andare al cinema, ma ci sono famiglie di 4-5 persone, che non ci pensano minimamente d’andare al cinema… e non parliamo di tutto il guadagno attorno a bibite e snack (che purtroppo nelle tasche di una famiglia che va al cinema ha un peso).
    Ci sono già comunque, come hai detto tu, eventi promozionali, di film in replica a 3 euro… e di ingressi a 4… e credo che non facciano male al cinema.
    Certo la sponsorizzazione dell’Arte andrebbe fatta in altro modo.., forse dovrebbero sponsorizzare il cinema nelle scuole, con film un po’ mirati…
    la scuola è un veicolo molto importante, purtroppo, spesso usato male.

    1. 13 aprile 2017 at 11:23

      sì credo anche io che si dovrebbe lavorare di più con le scuole, anche perchè se non si insegna ai giovani ad amare il cinema, allora sì che il cinema ha le ore contate…

Dimmi la tua!